Nuovo sistema di irrigazione per contenitori Aquamat System

La ditta canadese Soleno Textile Inc. ha brevettato un nuovo sistema di irrigazione che è anche un sistema completo di coltivazione per le colture in contenitore (vedi www.acquamatsystem.com) .
In estrema sintesi è composto da un telo di polietilene rivoltato ai bordi per contenere l'acqua e da un tappetino di poliestere ad alto potere assorbente (circa 11 litri per m2) ricoperto da un leggero feltro che impedisce l'evaporazione dell'acqua distribuita. Il tutto è coperto da un telo microforato antialga per la protezione dai raggi ultravioletti. Al suo interno è localizzato un sistema di irrigazione composto da una rete di ali gocciolanti.
Questo sistema secondo le ricerche condotte in Canada e in Florida consente di risparmiare oltre il 50% di acqua ed inoltre riduce quasi completamente la dispersione dei reflui nell'ambiente. Accelera notevolmente l'accrescimento delle piante riducendo i cicli produttivi e migliorandone la qualità.
Un ulteriore vantaggio è quello di potersi adattare facilmente per la ristrutturazione di vecchi piazzali vasetteria, potendo essere applicato facilmente senza ulteriori costi di livellamento o impermeabilizzazione, adattandosi anche a vecchi impianti d'irrigazione per aspersione (unica condizione, che non vi siano pendenze superiori al 3%).
La sua durata dichiarata è notevole, fra i 5 ed i 10 anni. Inoltre è estremamente flessibile poichè permette la coltivazione di piante in contenitore, anche di dimensioni mischiate fra loro, dal 3 litri fino ai 10 litri (ma pure oltre).
Un ricercatore della Soleno Textile Inc. che stava facendo un giro promozionale in Italia, è venuto a Pistoia nella primavera scorsa ed ha visitato alcuni vivai, presentando il suo innovativo sistema. La cosa ha suscitato l'interesse di molti operatori e tecnici del settore che ci hanno chiesto di provarlo presso il Centro, per poterlo vedere installato e funzionante.
Pertanto abbiamo pensato di allestire un'area sperimentale trasformando una zona di 240 m2 dotata di irrigatori a pioggia dietro l'ex-cabina di fumigazione, simulando la trasformazione di un vecchio piazzale vasetteria. La Soleno si è offerta di mandarci comunque il piccolo quantitativo di materiale che ci necessita ad un prezzo di sola copertura dei costi.
La documentazione del sistema è disponibile al momento solo in lingua inglese. Pertanto, abbiamo pensato di tradurre e pubblicare sul nostro Notiziario una parte di questo materiale illustrativo, anche se ha un taglio decisamente pubblicitario, per far comprendere meglio di cosa si tratta.


Distributori esclusivi della Soleno Textiles:

TENAX SpA • Divisione Agricoltura
Via dell'Industria, 3 23897 Viganò (LECCO), Italia
• Tel +39 039.9219300 • Fax +39 039.9219290
   http://www.tenax.net

AGRITENAX Srl
Loc. Pezza Grande Zona Ind. 84025 Eboli (SALERNO), Italia
• Tel +39 0828.332978 • Fax +39 0828.361955


Come funziona il sistema Aquamat™ ?
Questo originale sistema brevettato è basato su un tappetino di tessuto multi-strato ad alto rendimento che sfrutta le tecnologie più avanzate. Uno degli strati del tappetino funge da riserva, da cui l'acqua viene continuamente e uniformemente distribuita su tutta l'area. Il sistema Aquamat è una soluzione progettata specificamente per coltivatori di pianta in vaso sia in serra che in pien'aria.
Il sistema Aquamat completo è composto da quattro strati, di cui quello superiore è un tessuto plastificato micro-forato molto durevole.
Il secondo strato consiste di un tessuto lanuginoso speciale che alza e tiene separato lo strato superiore dal tappetino assorbente sottostante, per prevenire l'evaporazione dell'acqua. Quando ci vengono appoggiati sopra i vasi, questo secondo strato si schiaccia, permettendo il contatto e l'assorbimento capillare dallo strato riserva d'acqua.
Il terzo strato di tessuto è un feltro super-assorbente e con elevate proprietà capillari che permettono una uniforme distribuzione dell'acqua da un vaso all'altro. L'acqua può essere fornita sia con i normali irrigatori a pioggia che col sistema di tubi gocciolanti inclusi nel tappetino. Molti coltivatori trovano utile una combinazione di entrambi.
Lo strato più basso è un film di polietilene estremamente resistente alla foratura che forma una specie di catino a tenuta perfettamente impermeabile. Ogni 3,05 m di lunghezza del tappetino si trova un diaframma che interrompe la diffusione capillare longitudinale (per ovviare agli accumuli dovuti a lievi pendenze).
Ognuno di questi quattro di strati gioca un ruolo specifico nel creare il sistema irriguo più efficiente, flessibile ed ingegnoso mai visto.

Migliora la crescita delle colture risparmiando acqua e soldi!
Specificamente disegnato per vivaisti e coltivatori di piante in vaso, questo rivoluzionario sistema di irrigazione multi-strato ora viene usato dai coltivatori con l'intento di risparmiare acqua e soldi mentre riescono a produrre più velocemente le loro colture:
Il processo di irrigazione:

1. Irrigazione

L'acqua viene fornita all'area selezionata con i normali irrigatori a pioggia o col sistema di tubi gocciolanti inclusi nel tappetino. Il volume di acqua irrigua richiesto viene calcolato ed aggiustato in base alle proprietà del substrato, il tipo di coltura e le piogge stagionali registrate nella zona.
2. Assorbimento
Diversamente da sistemi di irrigazione per aspersione convenzionali, tutta l'acqua (pioggia ed irrigazione) che non finisce nei vasi viene recuperata e assorbita dal tappetino capillare. Il contenimento è totale e non c'è nessuna perdita di acqua!
L'acqua penetrerà facilmente i primi 2 strati, quello di copertura micro-forata ed il tessuto lanuginoso che blocco l'evaporazione, andando a finire nel tappetino assorbente che la immagazzina. Per facilitare il processo di assorbimento, in particolare quando è nuovo, si raccomanda di irrorarlo con un bagnante.
3. Distribuzione
Lo strato di feltro super-assorbente funge da serbatoio.
Il sistema Aquamat, grazie alle sue proprietà di trasmissione capillare assicura una circolazione dell'acqua assolutamente uniforme in tutte le direzioni prevenendo allo stesso tempo la dispersione per evaporazione o la fuoriuscita per perdite. L'acqua usata dalle piante viene automaticamente rimpiazzata da quella circostante trattenuta nel tappetino, assicurando un rifornimento costante ed ininterrotto.
Grazie alla sua capacità di risalita capillare (fino a 12,5 cm), l'Aquamat può distribuire l'acqua con successo anche con pendenze fino al 3%. Il feltro assorbente è diviso in sezioni separate da un diaframma che interrompe la diffusione capillare ogni 3,05 m nel senso della lunghezza del tappetino. Questo riduce efficacemente la possibilità di formazione di ristagni localizzati.
Le proprietà super-assorbenti e di alta trasmissione capillare del feltro danno luogo ad un flusso ininterrotto di acqua in tutto il tappetino.
L'elevata qualità e la speciale miscela di fibre di poliestere usate nel prodotto fanno si che questo abbia una capacità di ritenzione idrica di 11,6 litri/metro quadro: la più alta capienza sul mercato.
4. Assorbimento dell'acqua
L'acqua viene facilmente e continuamente convogliata verso i buchi sul fondo del vaso e uniformemente distribuita attraverso il substrato per assorbimento capillare. La risalita capillare è forte ed uniforma, prevenendo l'eventualità che si creino zone di substrato asciutto. L'acqua viene fornita alla pianta con regolarità, anche con lievi pendenze, grazie ai diaframmi di interruzione capillare che separano in blocchi. Ogni pianta viene irrigata ugualmente nonostante la diversa misura del vaso. Le piante possono ricevere l'acqua sia internamente dal tappetino capillare che dall'impianto di irrigazione a pioggia. Questo dà al coltivatore che la flessibilità di cui ha bisogno per evitare stress idrici alla coltura. L'impianto per aspersione viene spesso combinato con la sorgente interna del tappetino specialmente per le giovani piante o a causa delle condizioni climatiche estreme.
Riguardo la capacità di assorbimento dell'acqua, tutti i substrati, che sono un componente fondamentale nel processo di irrigazione, devono avere le adeguate proprietà fisiche e idrauliche al fine di assicurare la massima performance.

Componenti
Il sistema di Aquamat, risultato di 10 anni di ricerca di laboratorio, prove di campo e costanti miglioramenti, è basato su un tappetino di tessuto multistrato ad alto rendimento, che incorpora le tecnologie più avanzate. E' stato progettato specificamente per i coltivatori di pianta in vaso sia in serra che in pien'aria
Il sistema completo comprende un impianto di irrigazione interno a tubi gocciolanti, più i quattro strati di materiali brevettati ognuno dei quali svolge un ruolo specifico. Tutto assieme forma il sistema di irrigazione più efficiente disponibile attualmente.

Descrizione dei componenti:

1. Copertura permeabile anti-radici, resistente ai raggi ultravioletti

Disponibile solamente alla Soleno Textiles, lo strato superiore chiamato MicroFab™, consiste in un robusto film di tessuto, estremamente UV-resistente, rivestito con un strato di plastica nera che fornisce una superficie liscia e pulita. Questo viene poi micro-perforato utilizzando un processo speciale per creare un prodotto permeabile all'acqua ma che le radici non possono penetrare. Ci sono stampate sopra anche delle linee blu, a intervalli di 15 cm, per facilitare la spaziatura delle piante. Questa copertura nera blocca anche la trasmissione della luce ed evita lo sviluppo delle alghe. Il materiale è abbastanza resistente da consentire il passaggio di trattori e piccoli autocarri.
2. Strato che blocca l'evaporazione
Questo materiale brevettato, attualmente uno dei tessuti tecnologicamente più avanzati, funziona come una valvola. E' uno strato di tessuto lanuginoso che impedisce al film micro-forato di copertura di toccare il tappetino assorbente, evitando così l'evaporazione superficiale. Il peso del vaso schiaccia questo strato, permettendo acqua di attraversarlo per assorbimento capillare. Fa da collettore dell'acqua libera (pioggia e irrigazione) ma la rilascia solamente sotto la pressione dei vasi da vivaio.
Questo materiale 100% fibra di poliestere di alta qualità, una volta che i vasi vengono rimossi riprende la sua struttura originale. Grazie alle sue proprietà isolanti, rimarrà pulito ed asciutto, impedendo lo sviluppo delle alghe e la germinazione dei semi delle infestanti.
3. Tappetino di feltro super-assorbente
Il terzo strato è un avanzato mezzo di distribuzione dell'acqua, le cui elevate proprietà capillari ne permettono una uniforme e continua circolazione in tutte le direzioni. Questo strato di tessuto ad alto rendimento si distingue per la sua elevata capacità di ritenzione idrica e la sua abilità di distribuire uniformemente acqua in tutto il tappetino, costituendo un sistema di distribuzione molto efficace. L'acqua usata dalle piante viene automaticamente rimpiazzata da quella circostante trattenuta nel tappetino, assicurando un rifornimento costante ed ininterrotto.
Con una capacità di ritenzione idrica di11,6 litri/metro quadrato ed una risalita capillare di 12,5 cm, lo strato che immagazzina l'acqua la distribuirà facilmente anche con pendenze vicine al 3% senza la formazione di ristagni. Le fibre di poliestere vergine al 100% non sono fito-tossiche e possono essere disinfettate con numerosi prodotti specifici per questo scopo.
Il centro del sistema Aquamat, gli strati 2 e 3, sono saldati insieme. Il risultato è un tappetino più compatto, diverso da tutti gli altri sul mercato.
4. Fondo a tenuta d'acqua
Sotto al tappetino che immagazzina e distribuisce l'acqua si trova un film di polietilene nero di 6 mm estremamente resistente alla foratura che forma una specie di catino a tenuta, perfettamente impermeabile, che impedisce all'acqua di percolare nel suolo.
5. Barriera alla diffusione capillare
Il film di polietilene sul fondo ha una piega alta 1,2 cm ogni 3,05 metri che forma delle celle separate. Questo particolare riduce la possibilità di diffusione di malattia e rende più uniforme la distribuzione dell'acqua anche su terreni non perfettamente livellati.
6. Tubi gocciolanti
I tubi di gocciolanti sono inseriti dentro al tappetino sotto il film di copertura superiore. Sono posti ad intervalli di 61 cm e possono essere facilmente spostati da desta a sinistra per adattarli alla disposizione dei vasi. I tubi di gocciolanti hanno una erogazione di 2 - 4 litri di acqua al minuto ogni 30,5 metri di lunghezza. Richiedono una pressione da 7 a 11 psi per riempire rapidamente ed uniformemente il tappetino alla sua capacità di 11,6 litri/metro quadrato.
7. Saldatura perimetrale
Lo strato superiore e quello inferiore sono saldati assieme lungo il perimetro, formando una busta completamente sigillata che assicura una perfetta tenuta dell'acqua e dei fertilizzanti.
Specificamente disegnato per vivaisti e coltivatori di piante in vaso, questo rivoluzionario sistema a tappetino multi-strato viene fornito in rotoli di larghezza standard e pressocchè tutte le lunghezze, ed è molto facile installare. Usato con gli irrigatori già presenti o alimentato con i suoi tubi gocciolanti, il sistema di Aquamat non richiede un cambio della tecnica colturale abituale: non è necessario livellare il terreno, si possono usare gli stessi vasi e lo stesso substrato di coltura. Semplicemente verrà usata molta meno acqua. Inoltre, il sistema di Aquamat ha una vita media di 5 a 10 anni, fornendo un notevole ritorno dell'investimento per i coltivatori sia per il risparmio di acqua e che di denaro per la crescita più rapida delle colture.

Benefici
Una visione della crescita che affonda le sue radici nell'efficienza

In un mondo in cui cresce costantemente il ruolo dalla duplice sfida della razionalizzazione e dell'ottimizzazione, i coltivatori che cercano di migliorare l'efficienza di produzione devono guardare alle nuove tecnologie - tecnologie come il sistema di Aquamat! Questo tappetino ad altro rendimento di tessuto multistrato è stato specificamente progettato per vivai, serre e garden center per ottimizzare ogni fase del loro processo di irrigazione. Non è solo il processo di irrigazione della pianta che deve essere migliorato, ma l'efficienza dell'irrigazione nell'insieme. In risposta a questa esigenza, la tecnologia costruttiva nel sistema Aquamat è la soluzione!.

Vantaggi del Sistema di Aquamat:
Riduce i consumi di acqua - risparmio di oltre il 50%

Accelera la crescita della pianta fino al 35%
Facile da installare
Resistenza alla crescita delle infestanti
Uso economico
Nessun cambiamento della tecnica colturale abituale
Ecologico
Risultati delle ricerche dell'Università della Florida su l'irrigazione per i vivai

La riduzione dell'impiego di acqua di irrigazione nelle produzioni vivaistiche sta divenendo un problema notevole dovuto al crescente rischio di mancanza di acqua durante periodi di siccità o restrizioni degli usi agricoli, in aree con risorse idriche limitate. Fino ad ora, la maggior parte delle soluzioni proposte hanno richiesto investimenti significativi ed erano estremamente tecniche. Questo articolo presenta i risultati di anni di lavoro sperimentale condotti dall'Università della Florida e dall'Università di Laval, in Canada per sviluppare un semplice e pratico sistema per risparmiare acqua.

Quali sono le esigenze del vivaio riguardo all'irrigazione?
Nel corso degli anni, sono stati suggeriti ai vivaisti che usano l'irrigazione a pioggia diversi sistemi per risparmiare l'acqua, inclusi i bacini di ricupero e l'irrigazione localizzata. Comunque, questi sistemi hanno alcune limitazioni, mentre i vivaisti hanno bisogno di un sistema irriguo che possa:
Sulla base di questi requisiti, sono stati sviluppati ed esaminati diversi sistemi di produzione (Haydu, 2002), incluso la micro-irrigazione, vassoi piani di plastica, ed un tappetino capillare chiamato Aquamat.

Come furono condotti gli esperimenti?
Le prove sui sistemi di irrigazione in vivaio furono condotti al Mid-Florida Research and Education Center dell'Università della Florida a Apopka, e presso tre aziende vivaistiche negli Stati Uniti ed in Canada.
Sono stati condotti due tipi di esperimenti:

A. Un primo set di esperimenti svolti presso il Mid-Florida Research and Education Center ha confrontato i diversi sistemi di irrigazione: un sistema a tappetino capillare, l'irrigazione per aspersione, la micro-irrigazione, dei vasi dentro ai vassoi piani di plastica e dei contenitori simili su un telo antialga nero come controllo.
Tutte le tesi sono state irrigate ogni notte con irrigatori per aspersione. Le piante della parcella di controllo ricevevano 152 mm di acqua al giorno, quelle sul tappetino capillare 64 mm di acqua al giorno contro i 38 mm dei vassoi di plastica. La micro-irrigazione erogava l'equivalente di 178 mm, che era la quantità più basso di acqua che potrebbe essere data alla parcella. Nel caso dei vassoi di plastica, questa quantità forniva ad ogni pianta lo stesso volume di acqua del controllo.
In altre parole, era stata erogata meno acqua per unità di superficie, poiché l'acqua tra i vasi poteva essere assorbita per capillarità più tardi durante il giorno. Nel caso del sistema a tappetino capillare, questo quantitativo era il minimo indispensabile per assicurare l'adeguato funzionamento del sistema, cioè per iniziare la risalita capillare nel substrato di coltura.
E' stato usato un substrato composto da 60% di cortecce di conifera, 30% di torba e 10% di sabbia. Sono stati coltivati Viburnum odorantissimum e Ligustrum japonicum e la coltura è terminata quando il 92% delle piante aveva raggiunto la misura standard prevista dal Florida Fancy Grade (1995). Sono stati raccolti i dati su l'acqua impiegata, la manodopera e i costi variabili. Ulteriori dettagli sulla produzione ed i costi economici possono essere trovati in Beeson (2002) o Haydu (2002).

B. Un secondo set di esperimenti ha confrontato il tappetino capillare con l'irrigazione per aspersione per specie diversa a in diversi vivai: Lake Brantley Plant Corporation (Longwood, FL), Houston Garden Center (Houston, TX) and Québec Multiplants (St-Apollinaire, QC, Canada).
I tappetini capillari furono semplicemente posati a terra sotto l'irrigazione per aspersione, senza alcun adattamento particolare o modifica fatta all'impianto. L'irrigazione è stata eseguita normalmente, con i tappetini capillari posti su parcelle adiacenti alle altre di controllo in schemi sperimentali con replicazioni o senza.


Quali sono stati i risultati?

Risultati delle ricerche all'Università della Florida


Gli ultimi risultati (Beeson, 2002) hanno mostrato che la crescita delle pianta è stata superiore con il tappetino capillare ed i vassoi di plastica rispetto al controllo (sistema tradizionale con irrigazione per aspersione). La micro-irrigazione ha generalmente mostrato tempi di produzione più lunghi. Il tappetino capillare ed i vassoi di plastica hanno richiesto meno acqua degli altri due sistemi per produrre il 92% delle piante alla misura commerciale, ed i tempi di produzione sono stati notevolmente più corti (Tabella 1).
  Galloni di acqua Settimane di produzione
Viburnun Ligustrum Viburnun Ligustrum
Aspersione 7.733 5.248 39 30
Aquamat 2.720 2.556 28 26
Vassoi 2.216 1.842 28 23
Micro-irrigaz. 4.240 3.357 39 31
Tabella 1. Tempi di produzione ed acqua impiegata per portare le due specie alla taglia commerciale

A causa della crescita accelerata ottenuta con il tappetino capillare ed i vassoi di plastica, questi sistemi hanno accorciato i tempi di produzione da 4 a 11 settimane, in confronto all'irrigazione per aspersione e la a micro-irrigazione.
Perché al tappetino capillare ed i vassoi di plastica è stata data anche meno acqua, questi sistemi hanno richiesto dal 65% al 71% in meno di irrigazione rispetto al sistema di controllo per i vassoi, e dal 51% al 65% per tappetino capillare. La micro-irrigazioneha consentito un certo risparmio di acqua ma non altrettanto significativo (circa dal 36% al 45%). I vassoi di plastica hanno risparmiato la maggior quantità di acqua, seguiti dal tappetino capillare ma il costo più alto di questo tipo di sistema limita fortemente la sua convenienza in un epoca in cui l'acqua è ancora relativamente poco costosa.
Una ragione importante per la convenienza del tappetino capillare è legata al più basso investimento richiesto da questa tecnologia, all'opposto dei vassoi e della micro-irrigazione. C'è un costo da pagare per risparmiare acqua ma l'aumento dei tassi di crescita delle piante compensa questo investimento. La redditività netta di oltre 6 anni sono stati calcolati in base su tutti i dati raccolti in campo (Fig. 1).


Fig.1. I profitti accumulati in 6 anni per Viburnum e Ligustrum con i tre diversi sistemi di risparmio idrico.

Basata sui dati dei profitti combinati di Viburnum e Ligustrum, l'analisi economica rivela che il tappetino capillare l'Aquamat risulta essere il sistema significativemte più conveniente. Seguono nell'ordine i vassoi di plastica, seguiti dalla micro-irrigazione che ha generato notevolmente meno profitto (in 6 anni di produzione su un quarto di acro). E' interessante notare come gli investimenti sono compensazione dalla crescita accelerata che dà luogo a risparmi di manodopera e materiali.

Risultati delle prove presso le aziende vivaistiche


Risultati a Lake Brantley Plant Corporation (Longwood, FL): il tappetino capillare è stato installato nell'agosto 2001. E' stato posato direttamente sul terreno e non è stato fatto alcun cambiamento all'impianto d'irrigazione esistente. Il tappetino capillare è stato coperto poi con un telo antialga comunemente usato per permettere di camminarci sopra e proteggerlo dalla luce del sole. Poi sono state messe le piante di azalea in vaso, coltivate per tre mesi, potate e vendute. Dopo la potatura, è stato effettuato il rilievo del peso secco su alcune piante.
Il contenuto di acqua dei vasi è stato misurato in diversi periodi del giorno. Poiché entrambi i trattamenti erano localizzati sulla stessa linea irrigua, non è stato possibile programmare diversi quantitativi di acqua alle due parcelle. Tuttavia, è stato osservato che i vasi sul tappetino capillare mantenevano un volume più alto di acqua rispetto a quelli localizzati nella parcella di controllo. Inoltre, il più elevato contenuto dei vasi sul tappetino capillare corrisponde ai valori ai quali l'acqua viene estratta più facilmente dalla pianta. Di conseguenza, ci si aspettava una crescita superiore della coltura, e nonostante il fatto che tutte le piante erano state potate tutte alla stessa altezza prima di determinare il loro peso secco, le piante sul tappetino capillare avevano un peso secco 24% più alto delle piante nella parcella di controllo (Fig.2).


Fig.2. Il peso secco ed il contenuto di acqua dei vasi delle Azalea sul tappetino capillare Aquamat e sul controllo alla Lake Brantley Plant Corporation nelle prove dell'autunno 2001.

Risultati a Houston Garden Center (Houston, TX): nella seconda sede di prova, furono impiegate tre specie per la cresciuta sul tappetino capillare. In questo caso, la quantità di acqua erogata poteva essere aggiustata separatamente per i due trattamenti. Ogni specie del tre (Ligustrum, Nerium e Plumbago) ha mostrato una crescita superiore sul tappetino capillare ed erano state potate inizialmente alla stessa taglia come le piante del controllo per determinare il loro peso secco. Nel caso di tutte e tre le specie il peso secco è stato più grande per le piante coltivate sul tappetino capillare. Per il Ligustrum è stato ottenuto un aumento del 14% del peso secco usando il 63% di acqua in meno rispetto al controllo (Fig. 3). Gli aumenti di crescita sono stati vicini o più piccoli per la altre specie, ad esempio, circa il 12% per Nerium e 5% per Plumbago.


Fig. 3. Il peso secco ed il volume di acqua impiegata per ottenere piante di Ligustrum commerciali allo Houston Garden Center, Houston, TX.

Risultati a Québec Multiplants (St-Apollinaire, QC, Canada): gli stessi risultati sono stati osservati in questo terzo campo di prove. Sono state impiegata due specie (Cotoneaster e Spiraea) e la quantità di acqua erogata ad ogni trattamento è stata regolata separatamente. Le differenze di crescita delle piante sono state evidenti (Fig.4) con un 48% di aumento della massa secca dei germogli di Spiraea ed un 101% per il Cotoneaster coltivati sul tappetino capillare rispetto al controllo.


Fig. 4. Il peso secco delle piante dopo 4 mesi di crescita a Québec Multiplants, St-Apollinaire, Quebec, Canada.

I dati su contenuto di acqua raccolti in campo confermato che i vasi sul tappetino capillare sono stati annaffiate con maggiore uniformità rispetto ai vasi adiacenti sotto l'irrigazione a pioggia standard e che il tappetino capillare è in grado di ridistribuire efficacemente acqua anche su un terreno con una pendenza fino al 3%. Come pure, il tappetino capillare ha impiegato il 13% in meno di acqua rispetto al trattamento di controllo. I risparmi di acqua sono stati meno significativi a St-Apollinaire che in Florida e Texas, probabilmente perché le piante diventate più grandi sul tappetino capillare dovettero essere innaffiate più frequentemente alla fine dell'esperimento.


Conclusione
I dati delle prove condotte all'Università della Florida e presso diverse aziende vivaistiche mostrano che la tecnologia del tappetino capillare e dei vassoi di plastica riescono a risparmiare notevoli quantità di acqua, migliorando allo stesso tempo la crescita. Nei casi in cui l'aumento di prodotto ha compensato l'investimento richiesto, è stato più conveniente usare un sistema del tappetino capillare che la micro-irrigazione. Oltre alla semplicità e la versatilità del tappetino capillare Aquamat, l'esteso lavoro di ricerca condotto su questo sistema conferma i vantaggi ambientali ed economici di questa tecnologia, che aiuta i coltivatori a risparmiare acqua aumentando la redditività.

Bibliografia
Haydu, John J. Economic Evaluation of Alternative Irrigation Technologies for One-Gallon Container-Grown Woody Plants. Mid-Florida Research and Education Center, University of Florida, Apopka, Florida, 2002.

Florida Grades and Standard, Division Plant Industry, Dept. of Agriculture and Consumer Affairs, State of Florida, 1995.

Beeson, Richard C. Comparison of Laval University Capillary Mats to other landscape nursery irrigation systems, Mid-Florida Research and Education Center, University of Florida, Apopka, Florida, 2002.


Homepage Indietro
© 2005 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata