L'ARBORETO DI PISTOIA

Valerio Marchioni (Assessore Provinciale all'Agricoltura)


Il Florovivaismo è una risorsa fondamentale della nostra Provincia.

E' un patrimonio da consolidare ed è un comparto produttivo nel quale occorre concretizzare l'assunzione di un ruolo leader a livello nazionale attraverso l'attivazione di un qualificato sistema di servizi, di infrastrutture, promozione, marketing, commercializzazione tali da porsi all'avanguardia in Italia ed in Europa.

Occorre avere progetti credibili e condivisi dal sistema produttivo orientati al mercato valorizzando al massimo le strutture esistenti (CESPEVI in primo luogo) ed i rapporti con Università, mondo della ricerca, mercato con l'obiettivo di produrre innovazione di prodotto e di processo costanti.

L'obiettivo è quello di rendere questo patrimonio un SISTEMA ALTAMENTE RICONOSCIBILE orientato al mercato ed all'innovazione.

Per ciò che riguarda il vivaismo, in un recente convegno nel corso del quale sono state presentate interessantissime ricerche dell'Università e del CNR presso il CESPEVI, il Prof. Fiorino ha sintetizzato questo concetto con il termine "SISTEMA PISTOIA".

Al di là della terminologia ci pare opportuno sottolineare l'esigenza che questo territorio e questa città costruiscano e promuovano rapidamente questo SISTEMA in Europa e nel mondo per rendere riconoscibile PISTOIA come città Toscana, sede di questo insieme di risorse produttive, economiche, tecniche e culturali; momento d'incontro permanente dell'evoluzione qualitativa di questo comparto produttivo in Europa.

La promozione di questo sistema è un aspetto da curare con grande attenzione. Per questo motivo molti vivaisti hanno aderito con entusiasmo alla costituzione di TOSCANA PIANTE E FIORI una S.r.l. Privato/Pubblico a capitale diffuso senza scopi di lucro nata con l'obiettivo di fare una moderna promozione della produzione florovivaistica e del territorio nella quale questa si svolge.

La città di Pistoia ha un progetto molto importante nel cassetto: l'ARBORETO.

Forse la nascita di Toscana Piante e Fiori, i risultati che sta raggiungendo il CESPEVI ed un clima "positivo" che si avverte tra i produttori e gli amministratori potrebbe dare vita a questa importante realizzazione.

Arboreto

Il progetto prevede quindi la realizzazione di un complesso unitario, alle porte della città (vedi piantina), ben servito dall'attuale viabilità dove accanto al CESPEVI, che ha fini sperimentali e scientifici, sorgerebbe l'arboreto con fini economici (mostra permanente delle piante ornamentali, attrazione turistica) e fini largamente sociali (arredo a verde del territorio urbano, parco pubblico).

Un complesso unico che si avvale delle infrastrutture del CESPEVI dove le due porzioni sono intervallate da un ampio viale dotato di panchine ed arredato splendidamente con il verde che rappresenta la cerniera tra le due porzioni al quale si potrebbe attribuire il significativo nome: Via dei Vivai.

Nell'area arboreto-parco può coesistere senza problemi l'attuale spazio per spettacoli ambulanti che si integrerebbe senza problemi con il nascente parco mostra.

Stiamo lavorando a questa realizzazione con passione ed impegno con l'obiettivo di inaugurarla nel 2000 (l'anno del Giubileo) con una mostra internazionale di grande richiamo che sarebbe l'occasione per Pistoia per dare grande immagine esterna (quella appunto di SISTEMA) ed al proprio interno migliorare e qualificare il rapporto tra questo settore produttivo e la città.

Homepage Indietro
© 1999 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata