Chiave per determinare l'uso del Cloro delle acque

per impedire l'intasamento degli impianti di irrigazione a bassa pressione

Harry W.Ford

University of Florida U.S.A.


 1) Acqua di superficie -> 2)

1) Acqua di pozzo -> 10)
2) da 0,2 a 2,0 ppm max di ferro; pH inferiore a 6,5 -> 3)
2) da 0,2 a 2,0 ppm max di ferro; pH superiore a 6,5 -> 8)
2) da 0 a 1,0 ppm max di ferro; pH inferiore a 7,0 -> 3)
2) da 0 a 1,0 ppm max di ferro; pH superiore a 7,0 -> 8)
3) Visibili ammassi di alghe verdi nell'acqua -> 4)
3) Acque visibilmente libere da proliferazioni biologiche -> 6)
4) Cloro iniettato sulla presa di aspirazione prima del filtro -> 5)
4) Cloro iniettato sulla linea in pressione dopo il filtro:
il filtro si intaserà con le melme - Metodo inadatto - quindi -> 5)
5) Filtro a sabbia -> A)
5) Filtro a rete - presenta problemi di lavaggio - quindi -> A)
5) Filtro a fessure - non trattiene le alghe - Usare solo con ugelli
da oltre 26 l/ora. Proteggere dalla luce solare l'involucro chiaro
di PVC dei filtri - Quindi -> A)
6) Iniettare NaOCl sulla presa di aspirazione prima del filtro -> 7)
6) Iniettare NaOCl sulla linea in pressione dopo il filtro:
il filtro si intaserà con le melme - Metodo inadatto - Quindi -> 7)
7) Filtro a sabbia: lavaggi più frequenti durante il periodo di
vegetazione algale -> B)
7) Filtro a rete - problemi di lavaggio durante vegetazione algale -
Quindi -> A)
7) Filtro a fessure - non trattiene le alghe - Usare solo con micro
irrigatori da oltre 26 l/ora. Proteggere dalla luce l'involucro
chiaro di PVC dei filtri - Quindi -> B)
8) Gocciolatoi tipo spaghetto - usare solo filtri a sabbia. La
precipitazione delle melme può avvenire dopo 800 ore anche
con NaOCl. Quindi -> A)
8) Micro irrigatori. 26 l/ora o più di portata ciascuno: possono
oppure no accumulare melma sufficiente per otturarsi:
Usare filtri a sabbia. Quindi -> A)
8) Micro irrigatori. Meno di 26 l/ora di portata ciascuno:
accumulano melma sufficiente per otturarsi: -> A)
10) Acqua di pozzo contenente ferro ma non solfuri -> 11)
10) Acqua di pozzo senza ferro e anche senza solfuri -> 19)
10) Acqua di pozzo senza ferro ma contenente solfuri -> 21)
10) Acqua di pozzo contenente ferro e anche solfuri -> 25)
11) pH inferiore a 6,5 -> 12)
11) pH tra 6,5 e 7,5 -> 16)
11) pH tra 7,5 e 8,0 -> 18)
11) pH superiore a 8,0 - Non adatta per irrigazione a bassa pressione -
12) Pozzo aperto con dentro pescatore di aspirazione a caduta.
Valvola di tenuta. Pompa centrifuga. NaOCl iniettato dentro
al pozzo in profondità. -> 13)
12) Pozzo coperto con pompa sommersa. NaOCl iniettato dentro
al pozzo più in profondità che sia possibile. -> 13)
12) Pompa a turbina. NaOCl iniettato sotto la turbina. -> 13)
12) Pompa a turbina. NaOCl iniettato subito dopo la pompa. -> 15)
13) Acqua contenente meno di 3,5 ppm di ferro -> 14)
13) Acqua contenente più di 3,5 ppm di ferro. - Non adatta -
14) Nessun serbatoio per erogare pressione all'impianto. -> C)
14) Serbatoio per alimentare l'impianto, con camera d'aria - Non adatto -
15) Se il pozzo contiene depositi di ferro e la
concentrazione di ferro è inferiore a 2 ppm -> C)
15) Se la concentrazione di ferro è più di 2 ppm - Non adatta -
16) Acqua quasi libera da solidi sospesi e/o agenti formanti
complessi ferro-organici -> 17)
16) Acqua con solidi sospesi e agenti formanti complessi ferro-
-organici. Meno di 1 ppm di ferro. Può intasarsi per le melme
sospese, specie se il ferro è più di 1 ppm. Quindi -> D)
17) Pozzo aperto con pompa centrifuga o pompa sommersa e punto
di iniezione NaOCl profondo. Ferro meno di 2 ppm. Se è più
di 2 ppm - Non adatta - -> D)
17) Pompa a turbina Punto di iniezione NaOCl superficiale. Senza
serbatoi di alimentazione. Ferro meno di 1 ppm. Se è più
di 1 ppm - Non adatta - -> D)
17) Pompa a turbina Punto di iniezione NaOCl profondo. Senza
serbatoi di alimentazione. Ferro meno di 2 ppm. Se è più
di 2 ppm - Non adatta - -> D)
18) Pozzo aperto con pompa centrifuga o sommersa e punto di
iniezione NaOCl profondo. Ferro meno di 2 ppm. L'impianto
si intasa in 24 ore se cessa la clorazione. Quindi -> E)
18) Pompa a turbina. Punto di iniezione NaOCl più profondo
possibile. Ferro meno di 2 ppm. L'impianto
si intasa in 24 ore se cessa la clorazione. Quindi -> E)
19) Acqua quasi libera da solidi sospesi e/o intorbidamenti
da sostanze organiche -> 20)
19) Acqua con solidi sospesi e intorbidamenti da sostanze
organiche. -> F)
20) Pozzo aperto e/o altra causa di contaminazione. -> F)
20) Pozzo incontaminato. Non necessita clorazione. Quindi -> F)
21) Solfuri meno di 4 ppm. -> 22)
21) Solfuri più di 4 ppm. Tossicità per le radici delle piante !
22) Pozzo artesiano. -> 23)
22) Il pozzo non è artesiano. -> 24)
23) Nessuna apertura nel rivestimento del pozzo o altri punti
nella parte di aspirazione. Valvola di controllo. Pressione
artesiana positiva durante la stagione irrigua -> G)
23) Una delle seguenti: aperture nel rivestimento del pozzo o
altri punti dell'aspirazione. Saracinesca di vecchio tipo.
Serbatoio per dare pressione alla pompa. Pressione artesiana
negativa durante la stagione asciutta -> H)
24) Nessuna apertura per l'aria nella parte da cui aspira
la pompa. -> I)
24) Possibili aperture per l'aria nella parte da cui aspira la pompa.
Serbatoio per dare pressione. Nessuna valvola di controllo.
Pressione artesiana negativa nella stagione asciutta -> J)
25) Solfuri da 0,5 a 2 ppm e ferro da 0,1 a 3 ppm. -> 26)
25) Solfuri da 2 a 4 ppm e ferro inferiore a 0,6 ppm. -> 26)
25) Solfuri da 2 a 4 ppm e ferro maggiore di 0,6 ppm. Non adatta
eccetto che con microirrigatori di oltre 45 l/ora. Quindi -> 26)
26) Nessuna apertura per l'aria nell'impianto. -> H)
26) Aperture per l'aria nella parte da cui aspira la pompa oppure
c'è un serbatoio per dare pressione vicino alla pompa -> J)

Trattamenti di clorazione


A) Con pH meno di 7,0: Usare minimo 1 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 6 ore di tempo di irrigazione accumulato.

Con pH tra 7,0 e 7,5: Usare minimo 1,5 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 6 ore di tempo di irrigazione accumulato.

Con pH tra 7,5 e 8,0: Usare minimo 2 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 4 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 6 ore di tempo di irrigazione accumulato.

B) Con pH meno di 7,0: Usare minimo 1 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 12 ore di tempo di irrigazione accumulato.

Con pH tra 7,0 e 7,5: Usare minimo 1,5 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 12 ore di tempo di irrigazione accumulato.

Con pH tra 7,5 e 8,0: Usare minimo 2 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 4 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 12 ore di tempo di irrigazione accumulato.

C) Con pH meno di 6,3: Usare minimo 1 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 6 ore di tempo di irrigazione accumulato.

D) Con pH tra 6,3 e 7,5: Usare minimo 1 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare NaOCl per minimo 40 minuti ogni 2 ore di tempo di irrigazione accumulato.

E) Con pH tra 7,0 e 7,5: Usare minimo 2 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 4 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare NaOCl IN CONTINUO.

F) Selezionare il trattamento secondo il pH dell'acqua indicato:

pH 7,0: Usare minimo 1 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 12 ore di tempo di irrigazione accumulato.

pH tra 7,0 e 7,5: Usare minimo 1,5 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 3,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 12 ore di tempo di irrigazione accumulato.

pH tra 7,5 e 8,0: Usare minimo 2 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 4 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 12 ore di tempo di irrigazione accumulato.

G) Con pH fino a 7,5: Usare NaOCl a minimo 0,75 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 2,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 25 fino a 40 ore di tempo di irrigazione accumulato. Controllare accuratamente che non si formino fanghi sulfurei nella zona dell'ultimo erogatore dell'impianto

Per pH da 7,5 a 8,0 aumentare il trattamento a 1 ppm di NaOCl.

H) Con pH fino a 7,5: Usare NaOCl a minimo 0,75 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 2,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 10 ore di tempo di irrigazione accumulato. Controllare accuratamente che non si formino fanghi sulfurei nella zona dell'ultimo erogatore dell'impianto

Per pH da 7,5 a 8,0 aumentare il trattamento a 1 ppm di NaOCl.

I) Con pH fino a 7,5: Usare NaOCl a minimo 0,75 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 2,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 10-20 ore di tempo di irrigazione accumulato. Controllare accuratamente che non si formino fanghi sulfurei nella zona dell'ultimo erogatore dell'impianto

Per pH da 7,5 a 8,0 aumentare il trattamento a 1 ppm di NaOCl.

J) Con pH fino a 7,5: Usare NaOCl a minimo 0,75 ppm (mg/l) di cloro libero residuo misurato all'ultimo erogatore (Iniziare con 2,5 ppm di cloro libero residuo misurato al primo erogatore vicino alla pompa). Iniettare minimo per 40 minuti ogni 6-8 ore di tempo di irrigazione accumulato. Controllare accuratamente che non si formino fanghi sulfurei nella zona dell'ultimo erogatore dell'impianto

Per pH da 7,5 a 8,0 aumentare il trattamento a 1 ppm di NaOCl.


Terminologia

Trattamento approvato EPA. Solo l'ipoclorito di sodio (NaOCl) liquido è approvato per l'uso negli impianti di irrigazione in Florida.

Kit per il test del cloro tipo D.P.D. E' necessario acquistarlo per misurare il cloro libero residuo. No usate il kit test all'orthotolodene per piscine che misura il cloro totale.

Cloro libero residuo. Il cloro residuo in eccesso disponibile per uccidere i batteri. Il cloro in eccesso non può essere presente fino a che le reazioni chimiche col cloro non sono avvenute.

Sistema di iniezione. E' consigliabile una buona pompa di iniezione a portata variabile. Aumentate la portata dell'iniettore fino a che non ottenete la corretta quantità di cloro libero residuo.

Periodo di iniezione. Un periodo di iniezione di NaOCl di 40 minuti minimo dovrà essere inserito nel ciclo di irrigazione abbastanza presto per permettere al cloro di raggiungere in 30 minuti l'ultimo erogatore.

Ipoclorito di Sodio (NaOCl). Candeggina liquida o cloro per piscine rispettivamente a 5,25% o 10% di concentrazione.

L'analisi della qualità dell'acqua è essenziale per usare queste tabelle. Durante la stagione irrigua possono verificarsi dei cambiamenti nella qualità dell'acqua per il ferro, i solfuri ed il pH. Questi devono essere controllati ad intervalli regolari e devono essere fatte le opportune modifiche alle procedure di iniezione del cloro.

Serbatoi d'acqua con spazzi d'aria non devono essere usati negli impianti a bassa pressione. essi servono da camere di incubazione per lo sviluppo dei fanghi batterici, in particolare i solfobatteri. La frequenza della clorazione deve essere aumentata. Alcune reazioni di precipitazione associate ai serbatoi d'acqua non sono state controllate con pH tra 6,5 e 7,5.


Homepage Indietro
© 1999 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata