CORNUS KOUSA

Uno sguardo ravvicinato alle numerose cultivar di questa mirabile specie.


Spesso si conoscono, come per molte altre belle piante ornamentali, solo poche varietà di Cornus kousa.

Per fortuna la maggior parte dei vivaisti e molti consumatori si sono accorti della versatilità di questa specie, a causa delle numerose pregevoli selezioni da giardino con portamento, foglie e fiori di ottima qualità. Vale la pena, quindi, di dare uno sguardo più attento a Cornus kousa ed alla disponibilità delle sue migliori selezioni.

Non vorremmo altresì trascurare di menzionare -anche se in breve- alcuni ibridi di Cornus kousa.

Il genere Cornus è composto da circa 60 specie divise in otto gruppi. Cornus kousa è strettamente imparentata con quattro specie: C. capitata, C. florida, C. honkongensis e C. nutallii.

Originaria di Cina, Giappone e Corea, Cornus kousa fu introdotta negli USA nel 1875, ma è diventata popolare solo negli anni più recenti. Le sue dimensioni ed i suoi fiori sono comparabili con quelli di C. florida. Entrambe le specie raggiungono l’altezza di 6/9 metri, hanno la stessa ampiezza e producono piccoli fiori circondati da quattro brattee vistose.

Le brattee di C. kousa, comunque, sono appuntite ed appaiono dopo il fogliame (fiorisce dopo la seconda metà di Giugno nel Connecticut). Verdi in principio, diventano bianche durante lo sviluppo e possono persistere per sei o più settimane. Con l’età possono diventare rosa o rosa-rosse. La tonalità dei colori delle selezioni rosa varia, e raggiunge il suo massimo in condizioni di crescita in ambiente fresco e parzialmente ombreggiato.

Le brattee di C. florida sono rotonde ed appaiono prima delle foglie, in Aprile o Maggio.

C. kousa produce drupe verdi che maturano arrossandosi nella tarda estate e nel primo autunno. Queste bacche misurano da 1,5 a 2,5 cm di diametro ed hanno un peduncolo di 5 cm circa. I frutti sono commestibili dolciastri e farinosi. Sono piacevoli alla vista per molte settimane, ma gli uccelli li mangiano rapidamente via via che maturano.

Il fogliame autunnale rosa, rosso o porpora di C. kousa è assai notevole ed è specifico delle cultivar. Alcune cultivar sono state selezionate principalmente per i loro bellissimi colori autunnali.

La corteccia screziata di grigio, marrone chiaro e marrone scuro ricorda quella della Stewartia o del Platanus e si sfoglia con l’età.

La maggior parte delle selezioni di kousa hanno inizialmente portamento eretto a vaso. Crescendo la pianta i rami diventano più orizzontali. Le piante giovani spesso necessitano di qualche potatura per prevenire lo sviluppo di indebolimenti, biforcazioni a V e per favorire la crescita secondo dei buoni assi centrali.

La coltura di C. kousa è simile a C. florida. Entrambe prediligono suoli acidi e ben drenati e si sviluppano al meglio in pieno sole o in leggera ombra. C. kousa cresce rapidamente in vivaio, producendo da 75 a 120 cm di crescita nel secondo e terzo anno dalla piantagione. Molta di questa crescita avviene nella tarda estate e nel primo autunno. Il tasso di crescita rallenta quando la pianta diventa un alberello.

C. kousa ha pochi nemici, sebbene ai conigli ed ai daini piaccia morsicchiare le pianticelle. E’ molto resistente sia ai tarli che all’antracnosi che sono stati, in tempi recenti, delle piaghe per i Cornus da fiore.

Si conoscono numerosi metodi di propagazione: le cultivar nominate si riproducono di solito in estate per innesto a gemma su semenzali, benchè alcuni vivaisti innestino su piantine in vaso in inverno. Per raggiungere una buona percentuale di germinazione, i semi di C. kousa hanno bisogno di essere tenuti stratificati in ambiente umido per tre mesi circa a 5° C.

Innestiamo piantine a radice nuda da Gennaio a Marzo e lasciamo che si formi il callo per 14/18 giorni su pianale riscaldato. Poi invasiamo le piante e le teniamo in un locale leggermente riscaldato (circa 0° C) fino a che, dopo i geli in Maggio, possono essere allineate all’esterno. Alternativamente possiamo farle crescere in contenitori.

Le talee prelevate nella prima estate possono radicare sotto nebulizzazione. Il successo nella radicazione dipende dalle cultivar. Per esempio: le talee estive di ‘Dwarf Pink’, ‘Satomi’, ‘Steeple’ e ‘Summer Stars’ hanno radicato abbastanza bene, la ‘Dwarf Pink’ e la ‘Summer Stars’ hanno mostrato buoni tassi di sopravvivenza. Per ottenere il miglior tasso di sopravvivenza le talee radicate devono essere fatte svernare immagazzinate in luogo fresco (da 0° a 10° C) senza congelamenti e lasciandole indisturbate fino alla primavera successiva.

La proliferazione delle nuove selezioni è stata veloce. Una lista pubblicata nel 1985 dal Dr. Frank S. Santamour e Alice J. McArdle, del US National Arboretum, elenca 21 cultivar (il National Arboretum è l’autorità di registrazione per il Cornus negli USA).

La nostra lista personale (vedi schede successive) che contiene più di 80 nomi è certamente non completa. Infatti, probabilmente, è solo un’indicazione di altre selezioni analoghe o migliori che, in futuro, saranno ottenute da questa specie molto variabile e ancora parzialmente inesplorata.

Esistono molte selezioni nuove, ed altre di cui non conosciamo le caratteristiche. Non ci dovrebbero essere grandi differenze fra alcune di queste, quali: ‘China Girl’, ‘Chinensis Select’, ‘Highland’, ‘Milky Way’ e ‘Rochester’.

Di consegunza è ovvia la necessità di fissare dei test di coltivazioe per la comparazione delle selezioni. Ci stanno provando nell’Università del Tennessee e in quella del North Carolina.

Chiunque proponga nuove selezioni, prima di introdurle, dovrebbe prima confrontarle con quelle già esistenti, dimostrando che sono migliori di quest’ultime.

C. kousa possiede molte caratteristiche che la rendono la miglior scelta per panorami che richiedano alberi piccoli, come: resistenza alle malattie, bellissimi fiori, notevoli frutti, bel fogliame autunnale, corteccia sfogliante e dei piacevoli rami orizzontali con l’età.

IBRIDI DI CORNUS KOUSA

Il Dr. Elwin R. Orton Jr. di Rutgers, Università statale del New Jersey a New Brunswick, ha realizzato sei ibridi di C. florida e C. kousa che promettono molto. Sono tutte registrate ed hanno i seguenti nomi:

• Aurora (Cornus X ‘Rutban, No. 7205)

• Constellation (Cornus X ‘Rutcan, No. 7210)

• Galaxy (Cornus X ‘Rutban, No. 7204)

• Ruth Ellen (Cornus X ‘Rutban, No. 7232)

• Stardust (Cornus X ‘Rutban, No. 7206)

• Stellar Pink (Cornus X ‘Rutban, No. 7207)

Questi ibridi hanno caratteristiche variabili, intermedie fra le specie parentali. Le prime cinque hanno fiori bianchi.

Altre due cultivar -‘Norman Hadder’ e ‘Porlock’- sono ibridi di C. kousa e C. capitata, entrambe cresciute come pianticelle in un giardino Inglese.

LE CULTIVAR DI CORNUS KOUSA

‘Aget’ Grande, brattee persistenti fino a Settembre.

‘Akabana’ Brattee rosa. ‘Akabana’ è il termine giapponese per “fiore rosso” che è applicato a tutti i kousa che fioriscono di rosa-rosso. Le brattee più belle si ottengono in leggera ombra e climi freschi (vi sono delle questioni a proposito se questa cultivar sia ben distinta da ‘Satomi’, ‘Rosabelle’ e ‘New Red’.

‘Amber’ Multicolore, piccole foglie irregolarmente variegate. Crescita aperta e lenta (selezionato da Handy Nursery Co., Portland, OR.).

var. angustata Stretta, semisempreverde. Il fogliame si abbassa in autunno ed inverno. Introdotto dalla Cina nel 1980 da T.R. Dudley del US National Arboretum.

‘Autumn Rose’ Foglie giallo-verdastre in primavera, ondulate, da rosa a rosso chiaro in autunno. Selezionato da Polly Hill.

‘Baby Splash’ Albero nanissimo con foglie piccole variegate bianco-verdi. Selezionato da Handy Nursery.

‘Big Apple’ Albero grande aperto con foglie verdi scuro, grandi brattee e grandi frutti. Selezionato da Polly Hill.

‘Blue Shadow’ Foglie molto lucide verdi scuro. Alcune brattee bianche persistono fino alla fruttificazione. Bellissimi colori autunnali. Selezionato da Polly Hill.

‘Blue Star’ Informazioni non disponibili.

‘Bodnant’ Una cultivar tipo-chinensis. Elencata nel “The Plant Finder”, Hardy Plant Society, UK.

‘Bon Fire’ Tricolore, foglie variegate (oro, verde chiaro e scuro). Il fogliame autunnale è multicolore come le fiamme di un falò.

‘Bush’s Pink’ Brattee rosa-rosse, simili a C. florida ‘Rubra’.

Selezione casuale fatta da Richard Bush’s Nursery, Canby, OR.

‘Camden’ Selezionata da Mark Stavish, Eastern Plant Specialties, Georgetown, ME, per i suoi fiori e frutti abbondanti ed il lungo periodo di fioritura.

‘Cascade’ Elencato in Andersen Horticoltural Library’s Source List of Plants and Seeds. Informazioni non disponibili.

‘Cedarridge Select’ Le brattee bianche diventano rosse alla fine della fioritura. Selezionato da M. Wingle, Cedar Ridge Nursery, Quakertown, PA.

‘China Girl’ Brattee e frutti molto grandi, bei colori autunnali. Selezionato in Olanda.

Chinensis, Chinensis Select o var chinensis Designazione confusa o senza senso. In ambiente vivaistico significa più vigoroso, con abbondanti fioriture e foglie più ampie della varietà “Giapponese”.

‘Doubloon’ Albero sottile ed alto con brattee bianco-panna. Selezionato da William Devine, Kennedyville, MD, nel 1970.

‘Dr. Bump’ Arbustivo. Fioritura precoce ed abbondante. La corteccia si sfalda.

‘Dwarf Pink’ Brattee strette, rosa chiaro. Eretto inizialmente. Abbastanza vigoroso se innestato. Dovrebbe rimanere con le proprie radici per rimanere nano. Origine giapponese. Introdotto da Barry Yinger, Hines Nursery, CA, e Carl Hahn, Brookside Gardens, Wheaton, MD.

‘Ed Mezitt’ Brattee bianche, ampie e sovrapposte. Fogliame dei nuovi getti porporastro in pieno sole, poi bronzeo, in estate verde scuro ed in autunno rosso-arancio. Provato sotto il nome di ‘Terrace’.

‘Elizabeth Lustgarten’ Forma una graziosa corona ricadente. Selezionato da Jim Cross da una pianticella al Baier Lustgarten Nurseries, Middle Island, NY. E’ probabilmete una pianta sorella di ‘Lustgarten Weeping’.

Elmwood Weeper Una selezione piangente di William Devine. Potrebbe essere uguale a ‘Weavers Weeping’.

‘Endurance’ Fiori persistenti. Selezionato da Weston Nurseries Inc., Hopkinton, MA.

‘Fanfare’ Fastigiato. Crescita rapida. Registrato da Polly Wakefield, Milton, MA, nel 1973 (No. 3296)

‘Gay Head’ Le brattee variano in dimensioni e sono piegate o increspate. Fiorifero. Selezionato da Polly Hill.

Girard’s Nana Forma nana. Cresce 90 cm in 8 anni. Molto fiorifero. Selezionato da Girard’s Nursery, Highland, OH. Nome non valido perchè era nella forma latina dopo il 1 Gennaio 1959.

‘Gold Cup’ Foglie leggermente concave con centro oro.

‘Gold Spot’ Elencato Andersen Horticoltural Library’s Source List of Plants and Seeds.

‘Gold Star’ Foglie variegate. Ogni foglia ha un’ampia macchia dorata nel centro. I germogli verdi vanno eliminati. Brattee bianche. Introdotto dal Giappone da Barry Yinger, Hines Nursery, CA, and Carl Hahn, Brookside Gardens, Wheaton, MD. Una selezione eccellente.

‘Greensleeves’ Foglie ondulate verdi scuro. Rami simmetrici. Crescita veloce. Selezionato da Polly Wakefield.

‘Highland’ Precoce. Fiorisce abbondantemente. Brattee bianco-panna. Offerto da Girard’s Nursery.

‘Julian’ Brattee curvate sulle punte. Frutti di 3 cm di diametro. Bellissimi colori autunnali. Selezionato da Polly Hill. Disponibile da New London Nursery, Lincoln University, PA.

‘July Jubilee’ Offerto da Mellingers Inc., North Lima, OH, nel 1991.

‘Kirkpatrick’s Weeping’ E’ più eretto degli altri piangenti. Rami penduli.

‘Kordes’ Brattee ampie sovrapposte. Fiorisce abbondantemente. Selezionato da Kordes Jungpflanzen, Bilsen, Germany.

‘Little Beauty 2' Forma arbustiva da semi selvatici raccolti in Corea. Distribuito da J.C. Raulston of North Carolina State University Arboretum nel 1993.

‘Lustgarten Weeping’ Fortemente piangente. Innestato su forma standard. Selezionato da Jim Cross mentre visitava i Baier Lustgarten Nurseries in New York. E’ probabilmete una pianta sorella di ‘Elizabeth Lustgarten’.

‘Madame Butterfly’ I Fiorifero. Brattee grandi che al loro centro formano una coppa se girate. Selezionato dal Dr. David Leach, North Madison, OH.

‘Madame Butterfly’ II Visibilmente una seconda pianta con lo stesso nome. Brattee molto grandi. Dato al US National Arboretum (N.A. 59560) da Peter Chappell in England.

‘Marble’ Foglie variegate. Introdotto da Cedar Ridge Nursery.

‘Milky Way’ Prolifico e fiorifero. Brattee e frutti grandi. Cespuglioso e aperto. Corteccia sfogliante. Uno di un gruppo di 15 semenzali selezionati del tipo chinensis, propagati e realizzati da Wayside Gardens, Perry, OH, negli anni ‘60.

‘Milky Way Select’ Semenzale selezionato da ‘Milky Way’ introdotto da Knight Hollow Nursery Inc., Middletown, WI.

‘Moonbeam’ Brattee di 18/20 cm su lunghi peduncoli. Frutti grandi. Crescita vigorosa. Selezionato e registrato da Polly Wakenfield (No. 3482).

‘Moonlight’ Brattee grandi come quelle di ‘Moonbeam’ ma non così flosce. Selezionato da Polly Wakenfield.

‘National’ Precoce e fiorifero. Brattee bianco-crema su piante vigorose. Punte delle foglie pigmentate di rosso. Frutti grandi. Rami aperti ed orizzontali. Selezionato ed introdotto da Hoskins Shadow, Commercial Nursery, Decherd, TN.

‘Nell Monk’ Fiorifero. Brattee grandi che si sovrappongono sui bordi.

‘New Red’ Vedi ‘Satomi’.

Pendula Nome non valido perchè era nella forma latina dopo il 1 Gennaio 1959.

‘Pollywood’ Albero grande che fiorisce tardi. Fiori persistenti. Selezionato da Polly Hill.

‘Prolific’ Selezionato da Grootendorst and Sons, Boskoop, Holland nel 1968.

‘Radiant Rose’ Brattee grandi rosa. Arcuato ed aperto. Foglie, rami e colori autunnali pigmentati di rosso. Potrebbe essere identica a ‘Satomi’.

‘Repeat’ Fiorisce una seconda volta nella tarda estate. Selezionato da Richard Bush’s Nursery.

‘Repeat Bloomer’ Brattee grandi bianche per un lungo periodo. Selezionato da J.G. Marano Jr., Doylestown, PA.

‘Rochester’ Brattee grandi appariscenti. Crescita vigorosa. Introdotto da Hoogendorn Nursery Inc., Newport, RI.

‘Rosabella’ Vedi ‘Satomi’.

rosea Brattee rosa. Nome non valido perchè era nella forma latina dopo il 1 Gennaio 1959.

rubra Selezionato da Henry J. Hohman, Kingsville Nursery MD (circa nel 1950) ma mai elencato nei cataloghi del vivaio.

‘Satomi’ Il nome corretto di ‘Rosabella’ a ‘New Red’. Brattee rosa. Il miglior colore delle brattee si ottiene in leggera ombra ed in climi freschi. Crescita vigorosa.

‘Schmetterling’ Brattee bianche. Selezionato da C. Esveld, Boskoop, Holland.

‘Select’ Menzionato dal Dr. Michael A. Dirr nel 1989 Proceedings of the International Plant Propagator’s Society, 39:343. Senza descrizione.

‘Silver Cup’ Brattee ricurve all’insù che formano una coppa aperta argentea. Selezionato da Polly Wakefield.

‘Silverstar’ A vaso eretto. Corteccia sfogliante. Selezionato e registrato da Polly Wakefield nel 1972 (No. 3261)

sinensis Probabilmente un sinonimo di chinensis. Grootendorst and Sons.

‘Snowbird’ Robusto e compatto. Cresce 3 metri in 25 anni. Brattee e frutti piuttosto piccoli. Selezionato da Polly Hill.

‘Snowboy’ Foglie variegate con margine bianco-crema. La superficie superiore delle foglie e ruvida. Crescita molto lenta. Le foglie possono bruciarsi in pieno sole. Introdotto dal Giappone da Barry Yinger, Hines Nursery, CA e Carl Hahn, Brookside Gardens, Wheaton, MD.

‘Snowflake’ Una selezione del tipo chinensis.

‘Speciosa’ Foglie verdi scuro che si arricciano leggermente ai bordi. Selezionato da J. Blaauw & Co., Lincroft, NJ, negli anni ‘50.

‘Spinners’ Un tipo chinensis. Elencato nel “The Plant Finder”, Hard Plant Society, United Kingdom.

‘Square Dance’ Crescita eretta. I fiori si vedono benissimo da sopra. Selezionato da Polly Hill, denominato da Pamela Harper per le sue brattee che si sovrappongono, che formano una struttura quadrata. Bei colori autunnali.

‘Stanford Pink’ Informazioni non disponibili.

‘Steeple’ Eretto. Foglie lucide verdi. Bei colori autunnali. Selezionato da Polly Hill.

‘Summer Games’ Foglie variegate. Selezionato da Weston Nurseries.

‘Summer Majesty’ Lunga stagione di fioritura. Dopo tre o quattro settimane, le brattee bianche diventano rosate per circa un altro mese. Selezionato da Mitsch Nursery, Aurora, OR, e denominato da Diane Fincham.

‘Summer Stars’ Prolifico. Le brattee talvolta persistono fino a Settembre. Le foglie verdi scuro diventano rosse borgogna in autunno. Tollera la siccità. Una selezione di alta qualità. Registrato da Princeton Nurseries, Princeton, NJ, nel 1972 (No. 3090).

‘Sunsplash’ Foglie variegate di giallo brillante e verde. Crescita lenta. Bei colori autunnali.

‘Temple Jewel’ Foglie leggermente variegate di verde, oro e rosa chiaro. Colore marcato sui getti nuovi; il fogliame più vecchio ritorna verde con margine verde chiaro. Variabile. Selezionato da Brotzman’s Nursery, Madison, OH.

‘Ticknor’s Choice’ Le brattee inizialmente sono verdi chiaro, poi diventano bianche e poi tornano verdi. Foglie arancioni, rosse e rosa in autunno. Selezionato da Dr. Robert L. Ticknor, North Williamette Research & Extension Center Station, Aurora, OR.

‘Trinity Star’ I nuovi getti sono macchiati di rosa, verde e bianco. Fioritura molto abbondante. Cresce moderatamente. La chioma sviluppa un apice appiattito. Selezionato da Handy Nursery Co.

‘Triple Crown’ Piccolo con portamento delicato. Può fiorire in grappoli di tre. Fiorifero. Registrato da Polly Wakefield nel 1973 (No. 3387).

‘Twinkle’ Compatto ed eretto, puF2• avere da 4 a 9 brattee. Rosso vino in autunno. Registrato da Polly Wakefield nel 1973 (No. 3386).

variegata Potrebbero essere numerose selezioni. Le foglie possono essere verdi, fortemente screziate o variegate sui margini o al centro contemporaneamente sullo stesso individuo. I rami che tornano verde normale vanno potati.

‘Victory’ Simile al ‘Madame Butterfly’. Le brattee sono ricurve a formare una coppa. Fiorifero. Selezionato da Jon Arnow, Alpine Distibutors, Fairfield, CT.

viridis Elencata nella lista dell’Arnold Arboretum, 1992. Senza descrizione.

‘Weavers Weeping’ Molto fiorifero. Fortemente piangente.

‘Weisse Fontane’ Brattee bianche. Piangente. Selezionato da C. Esveld, Boskoop, Holland.

‘Wilton’ Le brattee sono più persistenti della media. In origine era chiamata Wiltoni. Introdotta da Hoogendorn Nursery.

‘Wolf Eyes’ Fogliame variegato, Le foglie hanno centro grigio-verde e margini bianchi. Resistente alle bruciature. Originata dalla mutazione di un ramo al Manor View Farm, Monkton, MD.

‘Xanthocarpa’ Frutti gialli. Originata in Olanda prima del 1960.


Homepage Indietro
© 1999 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata