Il diserbo chimico nei vivai ornamentali:
utilizzazione degli erbicidi di
pre-emergenza

PHM REVUE HORTICOLE - Gennaio 1995 n.355

Dominique Lebrun (B.H.R. - Bureau Horticole Regional)


Nel quadro delle pratiche di omologazione e sviluppo dei prodotti per i vivai il B.H.R. esegue i saggi per lo studio delle dosi, delle condizioni d’impiego ... con il controllo della selettività, dell’efficacia e dei residui. Queste sperimentazioni vengono spesso realizzate nelle stesse condizioni delle aziende con i diversi tipi di produzione: semine, giovani piante trapiantate, piante allevate in contenitore e in pieno campo. Gli ultimi lavori trattano degli erbicidi di pre-emergenza utilizzati nel periodo autunno-inverno o durante la stagione vegetativa.


Principali esigenze e tecniche utilizzate per i diversi tipi di coltura.


PARCELLE DI SEMINA

Esigenze

La semina è uno stadio colturale molto sensibile. La diversità delle specie e delle varietà accresce la difficoltà, poichè le sensibilità sono diverse. I terreni per la semina sono ideali per lo sviluppo delle piante infestanti. Essi sono generalmente sabbiosi e poveri di sostanza organica. Le superfici unitarie sono molto ridotte, limitando gli investimenti di materiali per la ricerca. Lo scaglionamento delle date di semina autunno, inverno, primavera determina delle flore infestanti e delle condizioni di diserbo diverse secondo la stagione. L’utilizzazione di semi stratificati o non indotti determina dei ritardi variabili della germinazione e della durata degli erbicidi. L’irrigazione frequente provoca dilavamento.

Pratiche di diserbo

La pratica più frequente è la disinfezione del suolo con dei fumiganti. I limiti di questa pratica sono da una parte i vincoli di applicazione e dall’altra le erbe resistenti (es. Erodium al bromuro di metile).

Alcuni erbicidi in pratica vengono utilizzati nelle semine. Diversi prodotti essendo stati oggetto di sperimentazione hanno dato buoni risultati. Le dosi dipendono dalle diverse condizioni colturali.

Sulle resinose

• dopo la semina in pre-emergenza dei semi

su terreno pulito: difenamide, napropamide, oxadiazon, tebutame;

su terreno inerbito: diquat paraquat, glufosinate.

• un mese dopo la completa emergenza dei semi

su terreno pulito: neburon;

su terreno inerbito: clopyralid, fluazifop butyl, oxadiazon, quazalofop ethyl.

Sulle latifoglie

• dopo la semina in pre-emergenza dei semi

su terreno pulito: difenamide, napropamide, neburon, pendimethalin, linuron, simazina, tebutame;

su terreno inerbito: diquat paraquat, glufosinate.

• un mese dopo la completa emergenza dei semi fino al termine della vegetazione su terreno inerbito: clopyralid, fluazifop butyl, quazalofop ethyl.

Sui semensali lasciati sul posto, sia di resinose che latifoglie, dopo la sarchiatura e prima della ripresa vegetativa: isoxaben, oxadiazon granulare e simazina.

GIOVANI PIANTE RIPICCHETTATE

• Esigenze

Sono gli stessi delle semine.

• Pratiche generali

Il diserbo è totale, con prodotti di contatto, sulle parcelle in riposo, in presenza delle infestanti.

Un diserbo chimico selettivo di pre-emergenza delle avventizie viene utilizzato prima del trapianto (trifluralin) o dopo il trapianto (numerosi principi attivi).

Dei graminicidi nel corso della coltura, degli erbicidi selettivi applicati quando la vegetazione si ferma e delle sarchiature meccaniche sono pratiche correnti.

• Diserbo delle giovani piante ripicchettate.

Prima del trapianto

Il trifluralin viene utilizzato incorporato al terreno da 960 a 1440 g di p.a./ha secondo il tipo di apparato radicale e di suolo.

Dopo il trapianto in autunno

• sul terreno pulito:

isoxaben + oryzalin 600 g + 1800 g p.a./ha, isoxaben 500 g p.a./ha associato a propyzamide, propyzamide + oxyfluorfen all’arresto della vegetazione, oxyfluorfen + propyzamide + terbuthylazina all’arresto della vegetazione.

• su terreno inerbito da graminacee:

oxyfluorfen + propyzamide + terbuthylazina o propyzamide + oxyfluorfen all’arresto della vegetazione

Dopo il trapianto in primavera

• prima della ripresa vegetativa, sul terreno pulito:

isoxaben + propyzamide, isoxaben + oryzalin, oxadiazon + carbetamide.

• durante la vegetazione:

sul terreno pulito: isoxaben, isoxaben + oryzalin, isoxaben + trifluralin.

sul terreno inerbito: fluazifop-P-butyl oppure sethoxydim contro le graminacee escluso poa, propaquzafop oppure quizalofop-ethyl-D contro tutte le graminacee.

GIOVANI PIANTE IN VASETTO E PIANTE ALLEVATE IN CONTENITORE

• Esigenze

Sono dovuti alla grande variablità dei substrati in generale molto permeabili e ricchi di sostanza organica, dalle specie e varietà molto diversificate sia per l’origine che per la tipologia: a radice nuda, in alveoli ... coltivate intensivamente ammassate in piccole superfici. Inoltre le irrigazioni molto frequenti favoriscono il dilavamento.

• Pratiche generali

Sono di uso corrente i diserbi chimici di pre-emergenza in applicazioni ripetute secondo la durata del ciclo vegetativo e delle sarchiature.

• Principali diserbanti utilizzati

Trattamenti durante il riposo vegetativo

• su colture pulite: isoxaben, lenacil + neburon secondo la lista di sensibilità, oxadiazon granulare, oxadiazon + carbetamide, propyzamide + oxyfluorfen, simazina, oxyfluorfen + propyzamide + terbuthylazina, isoxaben + oryzalin.

• su colture inerbite di giovani plantule: lenacil + neburon secondo la lista di sensibilità, propyzamide + oxyfluorfen, oxyfluorfen + propyzamide + terbuthylazina

Trattamenti durante la vegetazione

• su colture pulite: lenacil + neburon granulare, oxadiazon + carbetamide, isoxaben + propyzamide, isoxaben + oryzalin.

su colture inerbite da graminacee: alloxydim-sodio, fluazifop-P-butyl, quazifop-ethyl, sethoxydim.

Tabella dei 16 erbicidi provati

e dei loro principi attivi.

1) Selex (lenacil + neburon) erbicida liquido di pre-emergenza ad azione radicale e antigerminante, attivo sulla maggior parte delle dicotiledoni e graminacee annuali, anche allo stadio di plantula. Trattare di preferenza durante il riposo vegetativo; al di fuori di questo periodo selettività meno buona ed è necessario far seguire il trattamento da un’irrigazione.

2) Boulherb G (lenacil + neburon) come sopra in formulazione granulare.

3) Rendal 2G (oxadiazon) erbicida granulare stretta-mente di pre-emergenza ad azione antigerminante, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali escluso le Caryophillaceee (Garofano) e la Stellaria media (Centocchio), da usare su terreno pulito; meglio se seguito da un’irrigazione.

4) Ronstar TX (oxadiazon + carbetamide*) erbicida granulare strettamente di pre-emergenza ad azione di contatto e radicale, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali, da usare su terreno pulito; meglio se seguito da un’irrigazione.

5) Soft G (oxadiazon + carbetamide* + diflufenicanil) erbicida granulare di pre-emergenza ad azione antigerminante, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali e piante poliannuali. Sulle conifere si può usare tutto l’anno sulle latifoglie e giovani piante solo in riposo vegetattivo; far seguire un’irrigazione.

6) Slash 80 DF (isoxaben + oryzalin*) erbicida di pre-emergenza ad azione radicale, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali. Su può usare tutto l’anno, da evitare su certe specie nel periodo del germogliamento; in periodi siccitosi far seguire un’irrigazione.

7) Snapshot 2,5 G (isoxaben + trifluralin) erbicida granulare di pre-emergenza ad azione radicale, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali dicotiledoni e graminacee. Su può usare tutto l’anno; in periodi siccitosi far seguire un’irrigazione.

8) Cent 7 (isoxaben) erbicida di pre-emergenza ad azione radicale attivo solo sulle dicotiledoni. Su può usare tutto l’anno; in periodi siccitosi far seguire un’irrigazione.

9) Soft TX (oxadiazon + carbetamide* + diflufenicanil) erbicida di pre-emergenza in polvere bagnabile ad azione antigerminante, attivo sulla maggior parte delle dicotiledoni e graminacee annuali escluse le infestanti poliennali. Buona selettività durante il riposo vegetativo.

10) Gardenurs G (oxyfluorfen + propyzamide) erbicida granulare di pre-emergenza ad azione sistemica foliare, di contatto e radicale, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali graminacee e dicotiledoni. Buona selettività globale.

11) Gardenurs PM (oxyfluorfen + propyzamide) come sopra ma in polvere bagnabile. Sono più sensibili a questa formulazione alcune ornamentali sempreverdi e/o a vegetazione invernale.

12) Gardoprime G (oxyfluorfen + propyzamide + terbuthylazina) erbicida granulare di pre-emergenza ad azione di contatto, assorbimento radicale e sistemica, attivo sulla maggior parte delle avventizie annuali, con effetto frenante sulla crescita di alcune poliennali.

13) Gardoprime Liquide (oxyfluorfen + propyzamide + terbuthylazina) come sopra in formulazione liquida.

14) Kerb Flo (propyzamide) erbicida liquido di pre-emergenza ad azione radicale, spesso usato in associazione con isoxaben o oxadiazon per la sua efficacia contro graminacee e stellaria.

15) Gher WP - G (propyzamide + simazina) erbicida in polvere bagnabile o granulare di pre-emergenza ad azione radicale, attivo su graminacee e dicotiledoni annuali escluso composite, leguminose, e crucifere. Efficacia rinforzata da un’irrigazione o un periodo piovoso.

16) Xokko plantation (metazachlor* + simazina + neburon) erbicida liquido di pre-emergenza antigerminante, attivo sulla maggior parte delle dicotiledoni e graminacee annuali, incluse quelle resistenti alle triazine. Sulle piante sempreverdi e le conifere trattamento localizzato con getto schermato.

N.B: I seguenti principi attivi non sono ancora registrati in Italia: carbetamide, metazachlor, oryzalin.


Homepage Indietro
© 1999 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata