Attività Svolta dal Centro nel 2001


Sommario


Premessa

A partire dagli anni novanta nel tentativo di dare un supporto per affrontare i principali problemi del sistema produttivo vivaistico, il Centro ha cercato di avviare una struttura di "Servizi" avvalendosi anche della collaborazione di altri Enti ed in particolare del mondo Universitario.
Nel contempo ha creato le premesse per la partecipazione al capitale sociale ed alla gestione di Enti e produttori, al fine di assicurare mezzi ed esperienze, elementi indispensabili per il successo dell’iniziativa.
Senza rifare la storia di questi anni, si può affermare che sono state prese tutte le iniziative possibili per realizzare questi obiettivi, sia pure gradualmente. I risultati conseguiti fino ad oggi sono più apprezzabili sul piano dei servizi che su quello delle partecipazioni. Infatti per quanto attiene ai servizi sono state assicurate importanti collaborazioni con l’Università, Regione, ARSIA, IATA-CNR ecc., che hanno consentito di portare avanti, oltre al Corso di Laurea breve in Tecnica Vivaistica, vari programmi di ricerca e sperimentazione. 
Il Centro, per contro, ha organizzato e gestisce direttamente strutture e servizi quali: la stazione meteorologica, il servizio informatico, il fitosanitario, l’analisi del terreno e delle acque, l’assistenza tecnica, la divulgazione (tramite il Notiziario ed il sito Internet) ed ha portato avanti il progetto più qualificante che è la Banca Nazionale del Germoplasma, unica iniziativa del genere in Italia per le piante ornamentali da esterno. Le nostre collezioni coprono attualmente una superficie di circa 12 ettari e raccolgono oltre 2200 esemplari appartenenti a circa 700 specie e varietà.
L’esperienza di questi anni ci porta a fare alcune considerazioni:
* L’azienda Ce.Spe.Vi. rappresenta oggi una base importante per tutte le iniziative dirette a promuovere l’orientamento tecnologico e la qualificazione delle produzioni vivaistiche e pertanto si renderebbe opportuno concentrare l’attività sperimentale dei diversi soggetti nell’area del Centro.
* A seguito dei rapporti di collaborazione creati in questi anni con esperti universitari, tecnici e consulenti operanti sul territorio, si potrebbe formare un gruppo di ricerca che approfondisca le tematiche in modo organico, offrendo così un contributo per la soluzione dei problemi del territorio, in particolare per quelli ambientali.
* Nel corso dell’attività lavorativa al Ce.Spe.Vi. si è formato un tecnico, il Dr. Marzialetti, di notevole esperienza professionale e dotato di ottime capacità organizzative. Per la sua professionalità e disponibilità è punto di riferimento essenziale per quanti si rivolgono al Centro chiedendo assistenza tecnica. Preme rilevare che l’organico del Centro è di due soli dipendenti, un tecnico ed un operaio.
* In questi anni l’indirizzo del Consiglio è stato quello di portare avanti programmi in relazione ai mezzi disponibili, avendo sempre come obiettivo il sostanziale pareggio del bilancio.
* La nostra struttura, poco conosciuta dai pistoiesi, è molto visitata, sia sul sito Internet (in media 10.000 accessi mensili), sia direttamente da studenti universitari, scolaresche, studiosi e tecnici provenienti un po’ da tutta l’Italia e anche dall’estero. 
Per quanto attiene i mezzi finanziari indispensabili per lo svolgimento di una più razionale e concreta attività è necessario verificare, ancora una volta, se esiste la volontà o meno di partecipazione di Enti e privati. Nel contempo, così come è stato fatto in passato, bisogna avvalersi delle varie provvidenze pubbliche previste in materia.


Relazione

Qui di seguito vengono esposte in sintesi le varie iniziative portate avanti nel corso dell’anno, talune delle quali trovano più ampia trattazione in specifiche relazioni pubblicate sul nostro "Notiziario". Come per il passato ci si è avvalsi per alcuni programmi della collaborazione di Enti e Università. L’impianto del 3° lotto della "Banca del Germoplasma" è stato finanziato dalla Camera di Commercio, l’iniziativa "Vivai in Festa" dalla Camera di Commercio e dalla Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. A questi Enti vada il nostro più sentito ringraziamento, estensibile al personale del Centro.


Ricerca e Sperimentazione

1) BANCA DEL GERMOPLASMA


Sommario

La collezione delle alberature realizzata negli anni 96-97 comprende una serie delle essenze di maggior interesse commerciale, appartenenti a pochi generi, ma molto ricca di specie e varietà (22 specie di Acer, 14 di Betula, 9 di Quercus e 12 di Tilia). Nei programmi di ampliamento di questa raccolta era stato previsto fin dall’inizio che nei successivi impianti sarebbero state introdotte anche tutte quelle alberature che appartengono ai generi più vari e diversi fra loro e che non sono molto ricchi di specie e varietà, ma costituiscono un patrimonio estremamente importante.
Nel 2001 è stato realizzato questo terzo lotto della Banca del Germoplasma che consiste in una raccolta di essenze appartenenti a circa 25 generi diversi, il che lo rende anche particolarmente attrattivo ed interessante per l’estrema varietà delle forme vegetali esibite. Le 232 piante della nuova collezione appartengono ai generi Aesculus, Ailanthus, Catalpa, Celtis, Eucalyptus, Fagus, Fraxinus, Gleditsia, Idesia, Koelreuteria, Laburnum, Liriodendron, Melia, Nyssa, Parrotia, Paulownia, Platanus, Populus, Prunus, Pyrus, Robinia, Sophora, Sorbus, Ziziphus.
Per questo ampliamento è stato utilizzato l’appezzamento adiacente al I° lotto delle alberature che ha una superficie di circa 2 ha e termina con la strada perimetrale, di fianco al casello autostradale.
Per l’impianto si è adottata la soluzione già impiegata nelle precedenti collezioni di alberi, studiata dal Dipartimento di Ortoflorofrutticoltura dell’Università di Firenze, che si è dimostrata valida. Ad ogni essenza viene assegnato uno schema di piantagione, in base alle dimensioni massime che questa raggiungerà da adulta. In una prima fase si mettono a dimora quattro esemplari due dei quali, quando arriveranno a darsi fastidio con le chiome, saranno eliminati. Gli schemi di piantagione sono distribuiti a trapezio su una striscia piantata larga dodici metri, intervallata dalle altre da una corsia di servizio larga sei metri.
Per le operazioni di messa a dimora e tutoraggio ancora una volta ci siamo avvalsi di alcune ditte esterne che, oltre alle attrezzature necessarie di cui il Centro non dispone (sollevatori idraulici, escavatori ...) hanno messo a disposizione l’adeguata quantità di manodopera richiesta nel periodo di punta dei lavori. Inoltre queste hanno provveduto al montaggio ed alla posa in opera dell’impianto di irrigazione, necessario alla sopravvivenza degli alberi nei primi anni dopo il trapianto.
Le piante da mettere a dimora sono state scelte di misure non molto grandi, sia allo scopo di contenere i costi di acquisto, sia perchè le piante più giovani si affrancano meglio ed in genere danno meno problemi di attecchimento. Alcune delle piante occorrenti erano già disponibili presso il Centro, mentre le altre sono state acquistate sul mercato locale e presso altre ditte italiane.
Malgrado l’andamento stagionale sfavorevole i lavori sono terminati il 30 aprile 2001, grazie anche all’impegno del nostro personale che ha collaborato attivamente con la ditta che ha eseguito l’impianto. La realizzazione di questo 3° lotto della Banca è stato finanziato come i precedenti dalla Camera di Commercio di Pistoia
La Banca del Germoplasma rappresenta una importante realtà al servizio del vivaismo, ed è inoltre anche un valido strumento didattico per diffondere la conoscenza delle piante tra studenti e appassionati del settore. Con l’impianto del 3° lotto le nostre collezioni coprono ormai una superficie di 12 ettari con oltre 2.200 esemplari di piante appartenenti a 700 specie diverse.

2) ALTRE COLLEZIONI


Sommario

Come è noto il Centro dispone di diverse collezioni tematiche, tra queste abbiamo una collezione di 25 varietà di glicine ed una delle principali essenze mediterranee rappresentativa di ben 60 specie. Nel 2001 sono state acquisite altre 10 varietà di glicine ed alcune specie mediterranee da aggiungere alle suddette ed una piccola raccolta di 12 nuove varietà di Cornus appena innestate in vasetto, che saranno allevare presso il Centro e messe a dimora nei prossimi anni.
Il Prof. Andrea Pardini del Dipartimento di Scienze Agronomiche e Gestione dei Territori Agroforestali dell’Università degli Studi di Firenze ha realizzato una collezione di essenze erbacee pratensi. Attualmente si tratta di una trentina di specie che vengono coltivate in contenitore, poiché in gran parte necessitano di essere riparate in serra nel periodo invernale. Lo scopo della collezione è naturalmente didattico, per consentire agli studenti universitari di riconoscere le più diffuse essenze pratensi, ma in parte anche sperimentale, per introdurre e studiare il comportamento nel nostro clima di nuovi ibridi.

3) CONVENZIONE DI RICERCA A.R.S.I.A.


Sommario

Abbiamo presentato un progetto di ricerca e stipulato una convenzione con l’A.R.S.I.A. che ha finanziato una indagine su "Individuazione di standard di riferimento per un impiego compatibile di acqua, fertilizzanti e fitofarmaci nel settore florovivaistico". L’indagine intendeva mettere a punto ed applicare ad un gruppo significativo di specie una procedura per la valutazione della efficienza d’uso dei principali fattori produttivi (acqua, fertilizzanti e fitofarmaci) nel florovivaismo toscano. 
Questa valutazione consentirà di fornire ai tecnici ed ai coltivatori indicazioni pratiche per un impiego compatibile delle risorse, in particolare l’irrigazione, la concimazione, al fine di ridurre i costi di produzione e l’impatto ambientale. Inoltre costituirà un supporto ad una migliore definizione dei disciplinari di produzione integrata predisposti per la L.R. 25/99 e per le misure finalizzate alla tutela ambientale.
Il lavoro si è articolato in 2 fasi distinte di raccolta dati: 
* rilevazione in aziende di informazioni sulla gestione dell’irrigazione, della concimazione in funzione della tecnica colturale;
* ricerca bibliografica sui consumi idrici e sulle asportazioni tipiche, i dati sono stati elaborati e collegati ai principali parametri colturali.
I dati raccolti costituiscono il materiale per la realizzazione di una pubblicazione con finalità divulgative, rivolta ai coltivatori ed ai tecnici del settore, che sarà ultimata nel febbraio 2002.
Per questa indagine ci siamo avvalsi della collaborazione della Demetra snc, laboratorio di analisi chimiche agrarie che da anni lavora nel comprensorio florovivaistico toscano, ed ha acquisito una notevole esperienza in questo campo, e del Dr. Nicola Scavo, affermato tecnico del settore che svolge da molto tempo attività di consulenza tecnica alle aziende. La Demetra ha curato in particolare l’attività di ricerca bibliografica mentre il Dr. Scavo, che lavora a diretto contatto con gli operatori, si è occupato di svolgere le indagini aziendali.

4) PROGETTO FRONDE RECISE


Sommario

Nel 2001 si è conclusa l’altra convenzione di collaborazione con l’A.R.S.I.A., di durata quinquennale, avente per oggetto il programma di ricerca "Incremento produttivo e valorizzazione commerciale delle fronde recise di interesse regionale", coordinato dalla Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento S.Anna di Pisa.
Il Centro ha messo a disposizione dei ricercatori la sue collezioni di arbusti. I risultati saranno tradotti in un manuale pratico di coltivazione delle principali essenze per la produzione di fronde recise, di prossima pubblicazione.

5) BANDO DI RICERCA ARSIA


Sommario

Nel novembre 2001 è stato pubblicato un bando dell’A.R.S.I.A. per un progetto di ricerca avente per oggetto "Razionalizzazione dell’impiego delle risorse idriche e dei fertilizzanti nel florovivaismo". Il bando era tra l’altro scaturito dai suggerimenti del Ce.Spe.Vi. sugli argomenti di ricerca di maggior attualità, in sede di Filiera florovivaistica regionale. Pertanto siamo stati incoraggiati a presentare un nostro progetto di ricerca, con il ruolo di coordinatori di una serie di partner scientifici tra i più qualificati in materia.
La scadenza del bando era fissata il 14 gennaio 2002, pertanto in poco meno di due mesi abbiamo organizzato un gruppo di lavoro costituito dal Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie ed il Dipartimento di Economia dell’Agricoltura e dell’Ambiente Agro-Forestale dell’Università di Pisa, il CNR-IATA Istituto per l’Agrometeorologia e l’Analisi Ambientale Applicata all’Agricoltura di Firenze, il Dipartimento di Produzione Vegetale dell’Università di Milano. Abbiamo inoltre coinvolto le organizzazioni di categoria ed i principali consorzi ed associazioni di florovivaisti della Toscana, oltre ad alcuni fornitori di materiali beni e servizi del settore, arrivando ad un totale di 16 partner. E’ stato elaborato un complesso progetto di ricerca biennale, che ricalca tutte le richieste molto precise del bando, che è stato consegnato all’ARSIA. Attualmente siamo in attesa di conoscere l’esito del procedimento di aggiudicazione.

6) PROVE COLTURALI DI CONCIMAZIONE


Sommario

E’ proseguita la collaborazione con la Scotts Europe, che negli ultimi anno ha condotto presso di noi diverse prove di concimazione con i nuovi prodotti Osmocote Exact. Lo scopo delle prove 2001 è quello di mettere a confronto la concimazione tradizionale per le invasature autunnali, che viene effettuata con Osmocote Plus più una riconcimazione primaverile di Osmocote Topdress, con le nuove soluzioni offerte dalla linea Osmocote Exact in un’unica applicazione e fare inoltre dei confronti con altri prodotti concorrenti. Sono state impiegate 720 piante di Viburnum tinus e 720 piante di Hypericum "Hidcote" rinvasate in contenitori di 15 cm di diametro (2 litri) disposte in 12 parcelle sperimentali uniformi e contigue, spaziate secondo le comuni condizioni di coltivazione in vivaio.
Pur avendo avuto diversi problemi legati alle avverse condizioni stagionali ed alcuni inaspettati attacchi parassitari alle parcelle sperimentali, sono stati ottenuti alcuni risultati. Il nuovo prodotto Osmocote Exact lo-start miscelato nel substrato, oltre a mostrare un accrescimento superiore, ha consentito anche un risparmio di manodopera rispetto alla tecnica tradizionale, che prevede un ulteriore intervento di concimazione in copertura.

7) COLTIVAZIONE TREDESCANTIA ARPAT


Sommario

E’ proseguita la collaborazione con l’ARPAT, che da anni è impegnata nel monitoraggio degli inquinamenti ambientali tramite indicatori biologici, ed in diverse occasione ha chiesto al Centro di mettere a disposizione le proprie strutture e competenze.
Quest’anno è stata portata avanti la nuova collaborazione che ha lo scopo di fornire all’ARPAT del materiale vegetale, di difficile reperimento, da impiegare come indicatore biologico. Si tratta delle infiorescenze di una particolare varietà di Tredescantia (pianta appartenente alla famiglia delle Commelinaceae), che ha necessità di speciali cure e di una illuminazione supplementare per fiorire nel nostro clima. Le infiorescenze, raccolte dalle piante coltivate presso il Centro, vengono impiegate come indicatori della presenza di sostanze inquinanti mutagene, in particolari ambienti di lavoro.

8) ALTRE PROVE SPERIMENTALI


Sommario

Nel corso dell’anno sono state ospitate alcune prove sperimentali sull’impiego dei compost nella coltura in contenitore. Una riguardava l’utilizzazione di tre tipi di compost da residui solidi urbani, nella coltivazione di piante ornamentali in vaso, ed è stata condotta in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università di Milano. L’altra prova prevedeva l’impiego di un compost a base di sansa di olive ed altri materiali, nella coltura di olivi ed altre piante ornamentali in contenitore, ed è stata svolta in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa.
Inoltre abbiamo ospitato anche diverse prove sperimentali condotte da laureandi della facoltà di Agraria di Firenze per le loro tesi di laurea, riguardanti nuove tecniche di coltivazione, l’impiego di substrati e compost. Copia di queste tesi viene acquisita dalla biblioteca del Centro e restano a disposizione di quanti siano interessati a consultarle.


Formazione

1) SEMINARIO SU L’IRRIGAZIONE IN VIVAIO


Sommario

Il 22 febbraio 2001 si è svolto presso il Centro il Seminario "L’irrigazione in vivaio in un clima che cambia", organizzato in collaborazione con lo IATA CNR ed il La.M.M.A. (Laboratorio di Meteorologia e Modellistica Ambientale). L’incontro aveva lo scopo di presentare una serie di studi e ricerche portati avanti negli anni scorsi dall’istituto citato, in collaborazione con il nostro Centro. 
La partecipazione degli operatori del settore è stata soddisfacente ed alcuni titolari di aziende locali hanno richiesto di approfondire alcuni degli argomenti trattati in incontri ristretti con i relatori. Il 13 marzo si è svolta la primo di queste riunioni, nel corso della quale sono state discusse le problematiche più urgenti da affrontare, e sono state gettate le basi per lo sviluppo del programma di ricerca "Razionalizzazione dell’impiego delle risorse idriche e dei fertilizzanti nel florovivaismo" sottoposto poi all’A.R.S.I.A.

2) NUOVA SEDE SCUOLA UNIVERSITARIA


Sommario

La presenza della Scuola Universitaria, ora Laurea breve in Tecnica Vivaistica, è molto importanza per il Centro, sia per avere contatti sempre più stretti con il mondo universitario che per la formazione professionale di tecnici sempre più qualificati per il settore vivaistico. Abbiamo attualmente una convenzione per mettere a disposizione spazi e collezioni di piante per lo svolgimento delle esercitazioni, di alcune lezioni e delle sedute di laurea. Da tempo è in programma la realizzazione di una sede adeguata per le lezioni e di un laboratorio. 
Nell’ottobre 2001 è stato elaborato un nuovo progetto di ristrutturazione e ampliamento dell’edificio ex-cabina di fumigazione del Centro per adibirlo a sede universitaria, commissionato all’architetto Marco Bernardi. Il progetto ha incontrato il favore degli amministratori del Ce.Spe.Vi. che attualmente stanno studiando le modalità per la sua realizzazione.

3) IMPRESA SIMULATA"PIANETA VERDE"


Sommario

Il C.I.I. (Centro di Impresa e Innovazione) di Pistoia ha organizzato un corso di gestione delle imprese vivaistiche, denominato "Pianeta Verde" della durata di 300 ore (100 di teoria e 200 di simulazione). L’iniziativa, basato sul modello di Impresa simulata della rete European-Simulimpresa, viene finanziata dalla Regione Toscana con il contributo del Fondo Sociale Europeo, e quindi è gratuita. 
Al Ce.Spe.Vi. è stato chiesto di allestire un’aula multimediale adeguata per lo svolgimento del corso e pertanto si è provveduto alla ristrutturazione di un vano del Centro, adibito in precedenza a magazzino. I lavori, iniziati nel maggio 2001, si sono protratti per tutto l’anno, ma sono stati conclusi, appena in tempo per l’inizio delle lezioni, all’inizio del 2002. In concomitanza con questi lavori sono stati eseguiti, per conto della Camera di Commercio, anche degli interventi di adeguamento funzionale delle strutture della sala di degustazione dell’olio presso il Centro.


Manifestazioni

1) FESTA DEGLI ALBERI


Sommario

Il 21 Marzo 2001 si è svolta presso il Centro la "Festa degli alberi" promossa dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. La manifestazione è stata organizzata dal Corpo Forestale dello Stato, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Pistoia, il Provveditorato agli Studi ed il Ce.Spe.Vi., ed è stata sponsorizzata dalla Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
La "Festa degli alberi" riprende una antica tradizione un tempo molto diffusa, per sensibilizzare i ragazzi su questa tematica, ed ha visto la partecipazione di oltre 300 ragazzi della scuole elementari e medie del Comune di Pistoia. Durante la cerimonia, che si è svolta alla presenza delle Autorità provinciali, è stata messa a dimora di un grande esemplare di farnia (Quercus robur) offerta da una nota azienda vivaistica, e sono state consegnate a tutti gli studenti intervenuti delle piantine in vaso, dei libri e altro materiale che tratta dell’amore per la natura e degli alberi.
Inoltre alcune aziende vivaistiche pistoiesi hanno offerto delle piante che sono state poste a dimora nei giardini delle scuole che hanno partecipato all’iniziativa.
Album fotografico della manifestazione 

2) PARTECIPAZIONE EUROFLORA 2001


Sommario

Euroflora é la più grande manifestazione del settore a livello europeo che si tiene ogni 5 anni a Genova ed é arrivata alla VIII edizione. Nel 2001 l'evento si è svolto dal 21 aprile al 1 maggio ed ha richiamato oltre 700.000 visitatori. 
Pistoia ha partecipato con uno spazio di 1.000 metri il cui allestimento é stato finanziato dalla Camera di Commercio di Pistoia . L'organizzazione é stata curata del Ce.Spe.Vi. in collaborazione con il  C.O.S.P. (Azienda Speciale della Camera di Commercio). Il progetto espositivo é stato realizzato da Miro Mati che ha proposto per questa edizione un originale e fantastica composizione intitolata "Florovivaismo di Pistoia: la Fonte delle Piante". 
All'iniziativa hanno collaborato i più qualificati produttori di piante e fiori della Provincia. Uno spazio apposito é stato riservato ad elaborati di arte topiaria, un dinosauro alto quattro metri e lungo sette, delfini e pescicani ed in onore della città ospitante una riproduzione di una caravella. Lo spazio fiori é stato creato dal COMICENT (Centro di Commercializzazione dei Fiori dell'Italia Centrale) che oltre ai fiori ha fornito il personale specializzato per l'allestimento. 
La nostra composizione ha riscosso un notevole successo ed è stata insignita con il Premio d'Onore della Fiera di Genova, per le partecipazioni con prevalenza di piante di vivaio. Inoltre sono state assegnate due Grandi Medaglie d'oro, sette Medaglie d'oro e cinque d'argento alla qualità delle piante, in più il premio speciale alle composizioni in Arte Topiaria, per un valore totale di circa 6.000 Euro. 
Pistoia leader del florovivaismo toscano con il 53,6% dell'intera produzione regionale (30,3% fiori - 77,1% piante) ha confermato a Genova l'alta qualità della propria produzione e la creatività degli operatori del settore che con la loro opera hanno promosso l'immagine di Pistoia nel mondo.
Album fotografico della manifestazione 

3) INCONTRO ORGANO DI COLLEGAMENTO


Sommario

Il 28 settembre 2001 il Ce.Spe.Vi. ha ospitato una manifestazione di livello nazionale organizzata dall’ Organo di Collegamento per la Floricoltura ed il Vivaismo e la Camera di Commercio di Pistoia sulla legge di orientamento e modernizzazione del settore agricolo. Alla tavola rotonda, dal titolo "Opportunità di rilancio per il settore florovivaistico", sono intervenuti prestigiosi relatori ed esperti provenienti da tutto il Paese e la partecipazione è stata molto numerosa. L’incontro si è concluso con un pranzo all’aperto nella cornice verde del Centro.

4) FESTA DEI VIVAI


Sommario

Da tempo era stata programmata una manifestazione allo scopo di promuovere l’immagine di Pistoia come capitale europea del verde e del suo Centro Sperimentale per il Vivaismo, tra i cittadini della nostra provincia, e la Camera di Commercio ci ha offerto l’opportunità di realizzarla agli inizi del mese di ottobre 2001. L’organizzazione e la gestione della manifestazione è stata affidata al C.O.S.P., Azienda Speciale della Camera di Commercio specializzata nello svolgimento di questo tipo di servizi, che ha curato i rapporti con l'Ente Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia che ha patrocinato l’iniziativa. Per mettere il Centro in condizioni di ospitare le manifestazione sono stati realizzati alcuni interventi quali la sistemazione dei terreni incolti, dei camminamenti e dei sentieri, la manutenzione straordinaria delle aiuole tematiche e dei giardini oltre che delle collezioni. Questi lavori sono stati in gran parte sostenuti direttamente dal Ce.Spe.Vi. La stampa, la spedizione e la diffusione del materiale pubblicitario (inviti, manifesti, locandine) è stata curata dell’Ente Cassa di Risparmio, che ha contribuito alla manifestazione inserendola tra le iniziative per festeggiare il 170° Anniversario della fondazione.
Il primo giorno - venerdì 5 ottobre - ha esordito con un concerto di Tullio De Piscopo presso l’Auditorium di Pistoia. L’evento, sponsorizzato dall’Ente Cassa di Risparmio, ha avuto successo ed ha visto la partecipazione di un folto pubblico.
Il secondo giorno - sabato 6 ottobre - nell’area espositiva del Ce.Spe.Vi. è stata inaugurata la 2^ edizione dell’Esposizione di macchine ed attrezzature per il vivaismo ed il giardinaggio, a cui hanno partecipato i principali fornitori e rivenditori di macchine agricole della provincia. L’Esposizione è stata aperta da un Convegno sul tema "Meccanizzazione e Vivaismo", concluso con un buffet offerto a tutti gli intervenuti.
Nel pomeriggio dello stesso giorno, ha avuto luogo una serie di iniziative di richiamo per i bambini e per le famiglie in genere: edizione straordinaria del mercatino di prodotti biologici e piccolo artigianato, "La Zucca Barucca", concerto bandistico della Banda Borgognoni di Pistoia, spettacolo di animazione per i bambini delle scuole elementari e materne, sponsorizzato dall’Ente Cassa di Risparmio, con la partecipazione di mimi, clown, giocolieri e burattini.
Il terzo giorno - domenica 7 ottobre -- si è aperto con un Convegno sul tema "Anche l’agricoltura si avvicina all’Euro", organizzato in collaborazione con la Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, seguito dalla cerimonia di benedizione del Centro e delle Macchine agricole, da parte del Vicario Generale Don Giordano Frosini. E’ proseguita l’Esposizione delle macchine.
Nel pomeriggio ha avuto luogo uno spettacolo di ampio richiamo per i bambini, le famiglie ed anche i non più giovani. L’esibizione del gruppo musicale "Tuscae Gentes" che comprendeva filastrocche e novelle dell’antica tradizione toscana, danze e musica popolare. Lo spettacolo che si è svolto nel padiglione coperto appositamente allestito, ha avuto un notevole successo e tra l’insistenza degli intervenuti si è protratto fino a tarda sera.
Naturalmente per tutte e due le giornate della Festa le persone intervenute hanno avuto la possibilità di visitare le collezioni di piante ornamentali del Centro, che comprendono diversi percorsi tematici (conifere, alberi, arbusti ...) e si estendono su una superficie di oltre dodici ettari. Inoltre, sono state offerte in omaggio ai ragazzi piantine in vaso prodotte dal Centro, per far toccare con mano e avvicinare i giovani al mondo del verde.
Album fotografico della manifestazione 


Servizi del Centro

1) INFORMATICA


Sommario

Il nostro sito Internet suscita un crescente interesse e riceve diverse migliaia di visitatori ogni mese, anche perché a livello nazionale è uno dei pochi ad occuparsi in modo pratico e professionale di vivaismo ornamentale. 
La statistica degli accessi registra che il sito è in lieve crescita rispetto all’anno passato, ricevendo in media 300-350 visite giornaliere (circa 10.000 al mese con punte di oltre 12.000) e che vengono consultate oltre 2.000 pagine al giorno (in media 60.000 pagine al mese con punte di oltre 100.000 in concomitanza con la Festa dei Vivai!). Questo costituisce veramente un ottimo risultato per un sito "artigianale", interamente disegnato, progettato ed aggiornamento dal personale del Centro.

Riepilogo mensile www.cespevi.it

Mese

Media giornaliera

Totale mensile

Contatti

File

Pagine

Visite

Siti

KBytes

Visite

Pagine

File

Contatti

Gen 2002

3.072

2.590

1.824

262

5.160

366.442

7.350

51.099

72.526

86.025

Dic 2001

3.217

2.553

2.211

257

4.264

312.067

7.996

68.551

79.172

99.728

Nov 2001

3.628

2.918

2.268

300

5.532

427.574

9.022

68.058

87.558

108.843

Ott 2001

4.778

3.379

3.352

260

5.234

427.494

8.071

103.914

104.769

148.133

Set 2001

3.192

2.637

2.145

327

4.829

363.275

9.833

64.357

79.122

95.775

Ago 2001

2.887

2.559

2.048

333

3.909

340.043

10.338

63.492

79.343

89.522

Lug 2001

2.867

2.571

2.086

333

4.274

318.241

10.327

64.685

79.731

88.885

Giu 2001

3.326

2.846

2.237

417

5.000

378.388

12.514

67.123

85.409

99.797

Mag 2001

3.554

3.072

2.257

403

5.872

423.511

12.500

69.993

95.234

110.183

Media

3.391

2.792

2.270

321

4.897

373.004

9.772

69.030

84.763

102.988



















Circa i contenuti del nostro sito abbiamo: le schede botaniche delle piante ornamentali, la sezione germoplasma catalogo delle piante in collezione, le schede fitosanitarie, la sezione agrometeorologia con i dati meteo degli ultimi 12 anni, la sezione notiziario con gli articoli tecnici, il catalogo della biblioteca del Centro Studi per il Vivaismo, la pagina dei links internet del settore.
Negli ultimi mesi, vista l’importanza delle previsioni meteo per l’attività vivaistica ed il grande interesse degli operatori, abbiamo aggiunto un collegamento diretto alle Previsioni Meteorologiche della Regione Toscana fornite dal La.M.M.A. di Firenze oltre all’altro collegamento diretto alle Previsioni Meteorologiche Nazionali fornite dall’UCEA (Ufficio Centrale di Ecologia Agraria) del Ministero per le Politiche Agricole. Il bollettini, forniscono le previsioni per i tre giorni successivi, aggiornate quotidianamente e possono essere comodamente raggiunti e consultati dalla nostra pagina principale.
Inoltre viene posta particolare attenzione nella segnalazione di nuove normative ed adempimenti amministrativi che riguardano l’attività vivaistica, affinché gli operatori del settore siano tempestivamente aggiornati e possano reperire tutto il materiale informativo necessario.
A causa della grande diffusione del personal computer anche nel settore vivaistico e per le particolari competenze tecniche acquisite dal nostro personale, molte aziende vivaistiche si rivolgono al Centro per richiedere consulenze nel campo informatico. In molti casi si tratta di consulenze telefoniche di "pronto soccorso" per uscire da una situazione inaspettata o quando non riescono ad ottenere il risultato sperato. In altri casi invece i vivaisti cercano consiglio per l’informatizzazione dell’azienda o le modalità migliori per inserirla sulla rete Internet.

2) ASSISTENZA TECNICA


Sommario

Il servizio viene svolto anche avvalendosi di collaborazioni tecniche esterne. Lo strumento principale di collegamento con le aziende resta il Notiziario, idoneo mezzo di informazione e divulgazione.
Per l’assistenza fitosanitaria siamo in costante contatto con i fitopatologi dell’ARPAT. Per le analisi delle acque e dei terreni si dispone di una semplice attrezzatura per la determinazione dei parametri più semplici di base, mentre per analisi più complesse collaboriamo ormai da tempo con il laboratorio Demetra di Pescia.

3) ALTRI SERVIZI


Sommario

Parlando del sistema informatico abbiamo implicitamente illustrato i servizi del Centro. Resta da accennare agli altri servizi che offrono le nostre strutture:
La sala Convegni è spesso utilizzata per riunioni organizzate dal Centro, dalle Organizzazioni, dall’Università e dagli altri Enti.
Nelle serre e negli impianti arborei si svolgono le esercitazioni ed il tirocinio pratico degli allievi dei corsi universitari in Tecnica Vivaistica e degli studenti in Scienze Agrarie delle Università di Pisa e Firenze con cui sono state stipulate apposite convenzioni.

4) ALTRE NOTIZIE


Sommario

Nel corso del 2001 hanno visitato il Centro:

- Due classi delle Scuole Elementari di Monsummano Terme (13/02/2001)
- Istituto Tecnico Agrario di Firenze (27/02/2001)
- Delegazione Azienda Foreste Demaniali della Regione Sicilia (28/02/2001)
- Nove visite di 16 classi delle Scuole Medie di Agliana (3-5-6-9-10-19-20-24-26/04/2001)
- Istituto Tecnico Agrario di Firenze (14/03/2001)
- Tecnici extension service inglese (27/03/2001)
- Studenti Horticultura e Jardineria di Terragona (Spagna) (2/04/2001) 
- Due classi delle Scuole Medie Anna Frank di Pistoia (19/04/2001)
- Studenti corso di educazione ambientale Pisa (24/04/2001)
- Ricercatori del Longwood Gardens (Pennsylvania) (30/04/2001)
- Studenti svizzeri dell’Università di Waedenswil (2/05/2001)
- Istituto Tecnico Agrario di Barcellona (ME) (8/05/2001)
- Comitiva di vivaisti della Florida (USA) (10/05/2001)
- Studenti del corso FIS Università di Pisa (15/05/2001)
- Istituto Tecnico Agrario di Bologna (14/05/2001)
- Gruppo Ingegneri Agronomi Eritrei (16/05/2001)
- Studenti corso di laurea in scienze Agrarie Università di Pisa (28/05/2001)
- Ministro delle Politiche Agricole Alemanno (10/08/2001)
- Centro di formazione professionale "Le Grand Mas" - Uzes (F) (13/11/2001)
- Comunità montana del Fortore (AV) (15/11/2001)
- Ministro dell’Ambiente Matteoli (12/11/2001)
- Studenti Diploma di laurea GVU Università di Pisa (21/11/2001)
- Comitiva di vivaisti siciliani (22/11/2001)


Homepage Indietro
© 2002 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata