Attività Svolta dal Centro nel 2007


Sommario

Dopo qualche anno di interruzione, torniamo a pubblicare come di consueto, la relazione sull'attività svolta. Questa del 2007 è stata approvata dagli amministratori del Centro nell'apposita assemblea a fine Giugno 2008.
Il Centro ha subito una inevitabile battuta di arresto durante l'incerto periodo in cui la gestione veniva passata alla Fondazione "L'Albero". Una volta posta in liquidazione quest'ultima a fine 2006, dall'inizio del 2007 il Dr. Marzialetti è ritornato alle dipendenze del Ce.Spe.Vi., che ha ripreso la piena gestione, ed ha intrapreso un'azione di rilancio dell'attività del Centro Sperimentale per il Vivaismo.
Per dare un quadro più completo informiamo che l'attuale organico del Centro non è cambiato rispetto al passato ed è costituito da un operaio, che cura la manutenzione e una piccola produzione di piante, una segretaria part-time, che tiene l'amministrazione, ed un tecnico con mansioni di direttore che si occupa un po' di tutto il resto.
Il Centro si estende su una superficie di oltre 26 ettari, di cui circa 12 ettari a collezioni di piante ornamentali. E' dotato di due serre in ferro e vetro, una di propagazione e l'altra di ricovero, di 500 mq ciascuna e di piazzali per la coltura in contenitore, con irrigazione a pioggia o fertirrigazione a goccia, per una superficie complessiva di circa 2.000 mq.
Nonostante tutte le vicissitudini di questo difficile momento della storia del Centro, le attività svolte sono state potenziate o rinnovate, al fine di dargli un nuovo impulso. Vogliamo far notare come, l'elenco riepilogativo del seguente prospetto sintetico, negli anni sia andato sempre aumentando, testimoniando così la sua sostanziale graduale crescita..

Settore
 
Attività
 
Durata
 
Ricerca e sperimentazione Gestione della Banca del Germoplasma delle Piante Ornamentali da esterno 1996 - pluriennale
  Nuove aree verdi tematiche sul “Percorso Naturalistico” 2007 - annuale
  Progetto di ricerca europeo FLOW-AID - DBPA Univ. Pisa 2006- termine 2009
  Progetto di ricerca nazionale MIPA FLORPRO - DBPA Univ. Pisa 2006 - termine 2009
  Prove di inerbimento controllato del vivaio - Di.Pro.Ve. Univ. Milano 2002 - prorogate al 2007
  Coltivazione di “Tredescantia” per l'ARPAT 2001 - pluriennale
  Monitoraggio spore fungine in ambienti agricoli - ARPAT - Provincia PT 2005 - termine 2008
  Prove di concimazione per la Scotts 1998 - rinnovo annuale
  Realizzazione area test tappeti erbosi Scotts Turf-Seed Europe 2007 - pluriennale
  Stazione bioindicatori dell’ozono - DBV Univ. Firenze 2007 - annuale
  Altre prove sperimentali - tesi di laurea Annuali - pluriennali
     
Servizi del Centro Informatica - Sito internet Inizio 1996 - pluriennale
  Divulgazione - Notiziario Inizio 1988 - pluriennale
  Stazione Meteorologica - Banca dati meteo Inizio 1989 - pluriennale
  Biblioteca Centro Studi Vivaismo Inizio 1997 - pluriennale
  Altri servizi - sala convegni, visite guidate  
     
Altre attività Collaborazione organizzativa al Convegno "Vestire il Paesaggio" Giugno-Luglio 2007

Ricerca e Sperimentazione

1) Gestione Banca del Germoplasma Piante Ornamentali da esterno


Sommario
La Banca del Germoplasma delle piante ornamentali da esterno, copre ormai una superficie di 12 ettari con oltre 3.000 esemplari appartenenti a circa 700 specie diverse. Le sue collezioni, oltre a rispondere alla funzione tecnica e scientifica a cui sono destinati, costituiscono un bellissimo parco che esercita sempre una notevole attrattiva sui visitatori.
Poiché il personale del centro è costituito da un solo operaio, i lavori di manutenzione sono affidati ad una ditta esterna che segue la Banca da molto tempo. Purtroppo il budget disponibile è rimasto negli ultimi anni sempre lo stesso, mentre le superfici sono quasi raddoppiate ed le piante sono cresciute, pertanto non si riesce più ad effettuare una manutenzione accurata come si vorrebbe.
Nel 2007 abbiamo anche risistemato e migliorato i nostri impianti, in particolare sono state allestite un paio di aree verdi tematiche, al fine di contribuire a far conoscere meglio le produzioni vivaistiche pistoiesi più nuove e caratteristiche. Queste sono state progettate e realizzate lungo il "Percorso naturalistico", per arricchire e integrare gli impianti esistenti e rendere più interessanti le mirata la visita di alcuni progettisti del verde convenuti a Pistoia.

2) Nuove aree verdi tematiche sul “Percorso Naturalistico”


Sommario
Come accennato sopra, è stata realizzato un progetto per creare due aree verdi tematiche sul "Percorso Naturalistico" all'interno della Banca, in relazione all'iniziativa "Vestire il paesaggio", che si è svolta a Pistoia nel Giugno 2007. Si tratta di una collezione di "conifere a forma" e di una raccolta di "arbusti allevate ad alberetto" oltre alla risistemazione del giardino di ingresso e la realizzazione di un viale alberato che attraversa tutte le collezioni.
Il progetto è stato finanziato dalla Camera di Commercio di Pistoia e alla Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, enti promotori del Ce.Spe.Vi., che di comune accordo hanno contribuito in proporzione alla loro partecipazione nella società.

3) Progetto di ricerca europeo FLOW-AID


Sommario
Il progetto, presentato alla Commissione Europea dal Centro Ricerche olandese dell'Università di Wageningen assieme ad una partnership di Centri di Ricerca comunitari di Inghilterra, Spagna e Italia ed altri di paesi terzi quali Turchia, Libano e Giordania, è iniziato nell'ottobre 2006.
L'obiettivo del progetto è offrire un contributo alla sostenibilità dell'irrigazione in agricoltura con lo sviluppo e la sperimentazione di un sistema di gestione che possa essere adottato dalle aziende nelle situazioni in cui si abbia una limitata quantità e qualità dell'acqua. Il progetto prevede l'impiego di sensoristica dalla tecnologia altamente innovativa all'interno di un sistema decisionale di supporto (DSS) per la gestione dell'irrigazione.
I risultati scientifici dalle ricerche devono essere valutati in quattro siti di prova, tre dei quali localizzati in Paesi Mediterranei (Turchia, Libano e Giordania), il quarto in Italia, al Ce.Spe.Vi. di Pistoia, presso una delle aree di maggior interesse vivaistico d'Europa.
Il Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie dell'Università di Pisa, ha scelto il nostro Centro per ospitare i test dei prototipi dei sistemi realizzati, per la passata comune esperienza nel progetto IDRI.
Nel gennaio 2007 abbiamo ricevuto una prima visita tecnica dei coordinatori del progetto per valutare l'area di test da impiegare per le prove sperimentali. Inoltre il 22-23 febbraio 2007 abbiamo ospitato il secondo Meeting, di tutti i partecipanti al progetto, che si è tenuto tra Pisa e Pistoia.
Infine le prove si sono svolte regolarmente nel corso dell'anno ed il loro esito è stato esposto in un Meeting di progetto che si è svolto ad Albacete (Spagna) nel novembre 2007.
 

4) Progetto di ricerca nazionale MIPA FLORPRO


Sommario
Si tratta di un progetto triennale del MIPA coordinato dall'Istituto regionale per la Floricoltura di Sanremo dal titolo: "Individuazione di tecniche di produzione, di conservazione e commercializzazione finalizzate alla riduzione dell'impatto ambientale ed all'ottimizzazione delle qualità merceologiche del prodotto".
Il Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie dell'università di Pisa, che è partner del progetto, ci ha coinvolto come centro di test dove condurre l'attività sperimentale prevista. Sono state allestite delle prove di concimazione che si sono svolte regolarmente.
 

5) Prove di inerbimento controllato del vivaio


Sommario
Questa ricerca viene condotta dal Prof. Ferrini del Dipartimento di Ortoflorofrutticoltura dell'Università di Firenze. Le prove sperimentali sono state avviate nel 2003 con l'impianto di una serie di parcelle in pieno campo dove cambia la gestione del suolo. Nel 2005 è stato deciso di introdurre un'ulteriore trattamento, pertanto le prove sperimentali che dovevano terminare nel 2005 sono state prolungate almeno al 2007.
I rilievi periodici che vengono eseguiti cercheranno di stabilire se e come le varie tecniche di gestione del terreno a diverso impatto ambientale influenzano l'accrescimento delle piante da vivaio coltivate nelle parcelle e se ci sono dei vantaggi.

6) Coltivazione di “Tredescantia” per l'ARPAT


Sommario
E' proseguita anche nel 2007 la collaborazione con l'ARPAT, che è impegnata nel monitoraggio degli inquinamenti ambientali tramite indicatori biologici, ed in diverse occasioni ha chiesto al Centro di mettere a disposizione le proprie strutture e competenze.
In particolare da alcuni anni stiamo coltivando una varietà speciale di Tredescantia, che ha necessità di molte cure e di una illuminazione supplementare per fiorire nel nostro clima. Le sue infiorescenze vengono impiegate come indicatori della presenza di sostanze inquinanti mutagene, negli ambienti di lavoro.
Nonostante i finanziamenti per questa specifica attività siano terminati il Centro continua ad ospitare e coltivare le piante nelle serre, che costituisce un impegno poco gravoso, al fine di non disperdere il patrimonio vegetale acquisito e fornire il suo supporto ad una attività così importante.

7) Monitoraggio spore fungine in ambienti agricoli


Sommario
La Provincia di Pistoia in collaborazione con l'ARPAT, il Ce.Spe.Vi., l'Università di Firenze ha avviato un progetto finalizzato al monitoraggio aerobiologico di alcune malattie fungine per individuare la loro insorgenza e guidare la lotta, in modo da ridurre il numero dei trattamenti fitosanitari.
Un catturatore per il monitoraggio aerobiologico di spore fungine e pollini è stato installato presso la stazione meteo del Centro. Nel corso della stagione è stata verificata la correlazione tra la quantità di spore fungine presenti nell'aria e l'effettiva manifestazione e incidenza delle fitopatie che venivano riscontrate sulle varie specie di piante delle nostre collezioni. Inoltre è stata valutata la correlazione tra il monitoraggio in quota che è indicativo di un'area molto vasta e quello a terra, che invece è riferibile ad un contesto ristretto, per determinare la densità e la localizzazione dei catturatori della futura rete di monitoraggio.

8) Prove di Concimazione per la Scotts


Sommario
Il Centro collabora da molti anni con la Scotts Europe, la nota multinazionale dei concimi, che produce alcuni formulati esclusivi ed innovativi per il settore florovivaistico, svolgendo la funzione di tester, per il centro Italia, dei nuovi prodotti Osmocote Exact.
Il contratto di collaborazione, che è naturalmente a titolo oneroso, viene rinnovato ogni anno secondo la dimensione dell'area che gli viene riservata, per poter realizzare presso le nostre strutture i test sui nuovi formulati. Si tratta in genere di concimi a lenta cessione per coltivazioni in contenitore in corso di verifica, che dovranno essere immessi sul mercato nei prossimi anni.
L'area dei test viene visitata diverse volte dai ricercatori olandesi della Scotts. Inoltre, al termine delle prove, vengono portati in visita comitive di operatori, tecnici e terricciatori che operano nel settore.

9) Realizzazione area test tappeti erbosi


Sommario
La Turf-Seed Europe è una sezione della multinazionale Scotts dedicata alle sementi per tappeti erbosi. Questa sta sviluppando una gamma di nuove varietà di miscugli di sementi da prato, adattate alle condizioni europee, sulla base di un grande programma di selezione genetica. Ciò consentirà a Scotts di introdurre nuovo materiale varietale per tappeti erbosi ad uso sportivo, ornamentale e ricreativo, da affiancare al suo assortimento di fertilizzanti, diserbanti e fungicidi specifici per i prati.
E' stata pertanto allestita presso il Centro, su una superficie di circa 2.000 metriquadrati, un'area campo catalogo e di test dei nuovi miscugli di essenze pratensi. Sono stati definiti i dettagli della collaborazione ed alla fine dell'anno sono iniziati i lavori per realizzare un primo lotto dell'area dimostrativa, localizzata a fianco del grande prato dietro le serre. La zona è stata approntata a loro spese, con riporto di apposito substrato e dotata di speciale impianto di irrigazione, dove verranno realizzate una serie di parcelle sperimentali per testare i diversi tipi di tappeto erboso.

10) Stazione bioindicatori dell'ozono


Sommario
Nel 2006 avevamo collaborato con il prof. Filippo Bussotti dell'Università di Firenze ad una campagna di campionamento dell'ozono, svolta in diversi siti della Toscana, per misurare i livelli di questo pericoloso inquinante.
Conclusa questa campagna di rilevamento è rimasto presso il Centro un sito di bioindicazione, cioè un piccolo impianto di essenze indicatrici o "spia" dell'inquinamento da ozono, affidato alle nostre cure, che vengono periodicamente controllate dagli esperti, per continuare a monitorare mediante i sintomi presenti su questi bioindicatori il livello di inquinamento della nostra area.

11) Altre prove sperimentali - tesi di laurea


Sommario
Le Facoltà di Agraria dell'Università di Firenze e di Pisa hanno da tempo sottoscritto delle convenzioni col Ce.Spe.Vi. per dare la possibilità ai loro studenti di svolgere presso il Centro il Tirocinio pratico-applicativo (200 ore).
Inoltre la Facoltà di Agraria dell'Università di Firenze ha stipulato sin dall'inizio del suo Corso di Laurea in Scienze Vivaistiche un'altra convenzione col Centro, che viene rinnovata di anno in anno, per impiegare le sue strutture al fine di svolgere esercitazioni, prove sperimentali e tesi di laurea per gli studenti del corso. Inoltre, dal marzo di quest'anno abbiamo allestito tre aule didattiche in collabirazione con l'UNISER per ospitare anche le lezioni di tutti e tre gli anni del suddetto corso di laurea di primo livello, poichè la sua nuova sede, presso il complesso universitario San Giorgio, non è ancora pronto.
Come ogni anno sono state ospitate varie prove sperimentali condotte da laureandi della facoltà di Agraria di Firenze per le loro tesi di laurea, riguardanti nuove tecniche di coltivazione, l'impiego dei substrati o nuove tecnologie. Il Centro ha messo loro a disposizione le serre, le strutture di coltivazione di piante in contenitore, e generalmente anche le piante ed i materiali colturali.

Servizi del Centro

1) Informatica – Sito internet


Sommario
Il sito Internet del Centro, che è attivo fin dal 1996, ha continuato a suscitare sempre un notevole interesse, sia perché è stato uno dei primi ad occuparsi in modo pratico e professionale di vivaismo ornamentale, sia per la nutrita quantità di documentazione accumulata nel tempo.
Come si vede in tabella, nel 2007 il sito ha fatto registrare un ulteriore incremento con una media mensile di oltre 49.000 visite (più di 1.600 visitatori al giorno), che sono veramente un risultato sorprendente per questa tipologia di sito web, e pertanto questo ci sprona continuare a curare con costanza e dedizione questo apprezzato strumento di comunicazione.
Una componente importante del suo successo è sicuramente il continuo lavoro di redazione per mantenere il sito costantemente aggiornato, cosa che viene fatta di norma a cadenza mensile aggiungendo le tabelle dei dati meteo, i link ai nuovi siti di interesse vivaistico, e le eventuali novità del settore. Poi è necessario anche arricchire i contenuti tecnici, per cui vengono inseriti gli articoli divulgativi pubblicati sul Notiziario del Centro, e aggiornate le altre banche dati presenti, oltre a quella meteo (botaniche, fitosanitarie e bibliografiche).
Infine è stato ospitato nel nostro spazio internet anche il sito web del Distretto Rurale Vivaistico-onamentale recentemente costituito, per far conoscere questo nuovo organismo, come è composto e diffondere l'attività svolta.


Riepilogo accessi al sito www.cespevi.it nell'anno 2007
Mese Media giornaliera Totali mensili
Contatti File Pagine Visite Visite Pagine File Contatti
Gen 9.260 7.122 3.873 1.447 44.883 120.093 220.804 287.070
Feb 9.547 7.272 3.806 1.591 44.558 106.570 203.640 267.331
Mar 11.499 8.544 4.756 1.756 54.461 147.448 264.868 356.470
Apr 10.129 8.094 4.012 1.709 51.272 120.361 242.844 303.883
Mag 11.568 8.973 4.827 1.972 61.135 149.650 278.193 358.632
Giu 9.968 7.298 4.578 2.275 68.272 137.361 218.947 299.041
Lug 9.639 7.200 4.714 2.291 71.027 146.160 223.216 298.812
Ago 8.486 6.334 3.605 1.662 51.526 111.776 196.359 263.081
Set 8.510 6.667 3.157 1.307 39.238 94.714 200.013 255.304
Ott 9.455 7.335 3.355 1.256 38.951 104.013 227.415 293.121
Nov 8.767 6.774 3.023 1.161 34.845 90.701 203.235 263.010
Dic 7.283 5.378 2.846 1.131 35.078 88.226 166.737 225.796
Medie 9.509 7.249 3.879 1.630 49.604 118.089 220.523 289.296
Totali         595.246 1.417.073 2.646.271 3.471.551

 

2) Divulgazione, Notiziario


Sommario
Il Centro pubblica ormai dal 1991 un Notiziario periodico che costituisce lo strumento principale di collegamento con le aziende vivaistiche. Questa pubblicazione bimestrale viene inviata a circa 600 aziende vivaistiche e altri operatori del settore. Viene realizzata interamente in proprio, dalla redazione all'impaginazione, con una veste molto semplice ed essenziale. Nel 2007, essendo venuto a mancare il direttore responsabile, il Dr. Marzialetti si è iscritto all'ordine dei giornalisti per poter rivestire questa carica.
Circa i suoi contenuti abbiamo le ultime notizie che riguardano il settore, la divulgazione dei risultati delle sperimentazioni e dei progetti di ricerca portati avanti dal Centro, la traduzione di articoli interessanti apparsi su riviste tecniche internazionali e le tabelle dei dati meteorologici della nostra stazione meteo. La maggior parte dei contenuti del Notiziario vengono anche pubblicati sul nostro sito Web e rimangono lì archiviati in raccolte suddivise per argomento.

3) Stazione meteorologica- Banca dati


Sommario
La stazione meteorologica computerizzata del Centro, installata nel 1989, viene utilizzata per la tenuta della banca dati del clima pistoiese e costituisce una delle poche serie di dati completa ed affidabile disponibile nella nostra zona. I dati raccolti, oltre ad essere utilizzati per le ricerche, vengono pubblicati sul Notiziario, sul nostro sito Internet e forniti ai vari Enti che ne fanno richiesta (A.R.P.A.T., A.S.P., I.A.T.A.-CNR, Tribunale di Pistoia, ecc.) ed a professionisti e studiosi.
La stazione richiede una costante manutenzione ordinaria (controllo, taratura e pulizia dei vari sensori) che viene eseguita a cadenze periodiche. Inoltre è necessario programmare le rilevazioni e lo scarico dei dati e provvedere alla loro elaborazioni (tabelle banca dati, pagine internet, conversioni standard CNR …ecc.) secondo i diversi formati e le varie esigenze.

4) Biblioteca del Centro Studi per il Vivaismo


Sommario
La biblioteca del Centro Studi per il Vivaismo, che ha sede presso il Ce.Spe.Vi., viene continuamente arricchita con nuove pubblicazioni, ed è molto utile, in particolare per i giovani impegnati nelle ricerche per le tesi di laurea sul vivaismo.
L'indice delle opere è consultabile anche sul nostro sito internet.

5) Altri servizi - sala convegni, visite guidate


Sommario
La sala convegni, ripristinata negli anni scorsi, è tornato disponibile e costituisce un importante servizio per l'organizzazione di incontri e convegni, non solo per gli operatori del settore, che viene preferita poiché è facilmente raggiungibile e dotata di ampio parcheggio.
Inoltre sono stati rimessi in uso i locali ex-ATC, in cui hanno preso sede l'Associazione Vivaisti Pistoiesi ed il Distretto Rurale Vivaistico-onamentale recentemente costituito. In tal modo il Centro consolida il suo ruolo quale punto di riferimento degli operatori del settore, oltre che di ritrovo per i loro incontri e riunioni.
Il Centro come ogni anno è stato visitato da numerosi studenti e operatori del settore, italiani e stranieri, anche se l'accoglienza di queste visite diventa sempre più problematica, e abbiamo cercato di limitarle. In molti casi queste sono ripetute regolarmente alla fine dei corsi, diventando consuetudine, come fanno molte gite di studenti che vengono a Pistoia, anche dall'estero.

Altre attività

Collaborazione organizzativa al Convegno "Vestire il Paesaggio"


Sommario
Dal 28 giugno al 1° luglio 2007 si è svolto a Pistoia, la prima edizione della manifestazione "Vestire il paesaggio". Il convegno internazionale, organizzato da Provincia di Pistoia e Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, ha portato nella nostra città i massimi esperti del settore della progettazione del paesaggio per uno scambio di idee anche con il mondo della produzione. La manifestazione, che sarà ripetuta con cadenza triennale, è servita nel contempo da mezzo di promozione della nostra area e delle produzioni vivaistiche locali. Infatti si sono svolti numerosi appuntamenti collaterali come mostre tematiche e visite ai vivai, ai parchi e alle zone di interesse naturale e turistico del nostro territorio.
La Ce.Spe.Vi. è stato coinvolto in questa iniziativa a vari livelli. La CCIAA, in qualità di sua società controllata, gli ha affidato l'incarico di tenere i contatti con l'Amministrazione Provinciale, che organizzava l'evento e, per la sua attività specifica, con il mondo vivaistico locale. Inoltre nel programma dell'iniziativa, la Ce.Spe.Vi. aveva anche un incarico attivo, dovendo svolgere il ruolo di punto di accoglienza dei convegnisti, ospitare una mostra e costituire il luogo di partenza delle visite ai vivai, di cui era anche organizzatrice, ed ai siti di interesse paesaggistico della provincia.
A questo proposito, come abbiamo visto, al fine di contribuire a far conoscere meglio le produzioni vivaistiche pistoiesi più nuove e caratteristiche, sono state allestite di un paio di aree verdi tematiche. Queste sono state progettate e realizzate lungo il "Percorso naturalistico", per arricchire e integrare gli impianti esistenti e rendere più interessante e mirata la visita dei progettisti del verde convenuti a Pistoia.

 

Homepage Indietro
© 2008 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata