Ce.Spe.Vi.

Torna a IDRI
Progetto IDRI
Razionalizzazione dell'impiego delle risorse idriche e dei fertilizzanti nel florovivaismo
Ente finanziatore: ARSIA - Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione nel settore Agro-forestale
Ente promotore: Ce.Spe.Vi. - Centro Sperimentale per il Vivaismo di Pistoia
Coordinatore Scientifico: Prof. Alberto Pardossi (Università di Pisa)

Relazione sintetica attività 2003
 


Introduzione

Nel novembre 2001 l'A.R.S.I.A. pubblicò un bando di ricerca avente per oggetto la "Razionalizzazione dell'impiego delle risorse idriche e dei fertilizzanti nel florovivaismo". Il bando era tra l'altro scaturito dai suggerimenti del Ce.Spe.Vi. sugli argomenti di ricerca di maggior attualità, in sede di Filiera florovivaistica regionale. Pertanto abbiamo presentato un progetto di ricerca denominato "IDRI", con il ruolo di coordinatori di una serie di partner scientifici tra i più qualificati in materia, che infine si è aggiudicati il bando.
Il progetto IDRI, cofinanaziato dall'A.R.S.I.A. al 65%, è stato avviato nel maggio 2002, ha una durata di 24 mesi e terminerà nel 2004. Vede il coinvolgimento di diversi istituti di ricerca tra cui il Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie (DBPA )ed il Dipartimento di Economia dell'Agricoltura e dell'Ambiente Agro-Forestale (DAGA) dell'Università di Pisa, il CNR-IBIMET Istituto di Biometeorologia di Firenze, il Dipartimento di Produzione Vegetale (DIPROVE) dell'Università di Milano. Abbiamo inoltre coinvolto anche le organizzazioni di categoria ed i principali consorzi ed associazioni di florovivaisti della Toscana, oltre ad alcuni fornitori di materiali e servizi del settore, arrivando ad un totale di 16 partner.
Di seguito viene sinteticamente esposta l'attività svolta nel corso dell'anno 2003.



Attività di gestione amministrativa

Il Ce.Spe.Vi., in qualità di soggetto promotore, ha curato la direzione e l'amministrazione del progetto. Dopo aver stipulato la convenzione con l'ARSIA ha provveduto a richiedere i finanziamenti secondo le modalità in essa stabilite. Poiché il progetto si è trasformata di fatto in triennale (8+12+4 mesi) è stato necessario concordare la ripartizione tra i partner, del finanziamento erogato per quest'anno, in base al calendario di attività.
Pur essendo alla seconda esperienza, è stata necessaria una lunga e laboriosa trattativa, per stipulare le convenzioni di collaborazione con i sette partner attivi del 2003, che in alcuni casi hanno voluto cambiare la convenzione dell'anno precedente o addirittura il soggetto referente.


Attività di coordinamento

Quale coordinatore scientifico del Progetto IDRI il Prof. A. Pardossi ha seguito le varie attività del progetto, attraverso frequenti contatti telefonici fax, e-mail con i vari responsabili delle unità operative coinvolte nel progetto e periodici incontri con il Dott. Marzialetti presso il Centro.
Sono state organizzate inoltre delle riunioni periodiche con tutti i partner per valutare lo stato di avanzamento dei lavori, che si sono svolti presso il Ce.Spe.Vi. il 12 maggio ed il 24 settembre, per discutere lo stato di avanzamento dei lavori, la stesura del Manuale e l'organizzazione del Convegno Nazionale di Pescia.


SOTTOPROGETTO 1. Analisi tecniche e socioeconomiche

La parte preponderante del sottoprogetto è stata svolta l'anno passato, nelle fase iniziale, e mira a individuare ed analizzare i fattori che ostacolano la diffusione nel settore florovivaistico delle tecnologie più innovative e più efficienti in termini di gestione dell'acqua e dei fertilizzanti.
E' stato completato, con la collaborazione di vari partner, il panel di aziende campione, rappresentative sia delle varie tipologie produttive florovivaistiche, che delle diverse aree geografiche, a cui sottoporre il questionario per le indagini aziendali ancora mancanti.
A questo scopo sono stati organizzati anche una serie di sopraluoghi presso i vivai pistoiesi, con una commissione di esperti del progetto e non, composta dal Prof. Pardossi, la Dott.ssa S. Scaramuzzi dell'Università di Firenze, la Dott.ssa C. Stanghellini dell'Università di Wageningen (NL) e la Sig.ra S. Olivieri (tesista). Oltre al completamento dei questionari l'obiettivo era quello di raccogliere informazioni utili ad uno studio sui costi socio-economici, finanziari ed ambientali dell'irrigazione e della fertilizzazione delle colture florovivaistiche.
Il DAGA ha continuato a trascrivere le risposte ai questionari su supporto informatico e sono state fatte alcune elaborazioni per individuare il grado di variabilità nell'efficienza dell'uso delle risorse idriche e dei fertilizzanti. I risultati dei questionari sono stati poi confrontati e completati con i risultati dei focus per le aziende che vi avevano partecipato: si è potuta così ottenere una comparazione tra le aziende sia relativamente all'efficienza idrica, sia relativamente alla consapevolezza riguardo ai consumi.

Note metodologiche
Queste attività sono state svolte dal partner DAGA, responsabile del Sottoprogetto 1, in stretta collaborazione con il Prof. Paradossi, il Ce.Spe.Vi. ed alcuni dei partner più vicini al mondo produttivo (DEMETRA, GUASTAPAGLIA,  Amici della Terra Toscana, COLDIRETTI, UPA, CIA, Luigi Evangelisti).

Risultati
Oltre alla compilazione dei questionari mancanti, con i sopraluoghi nelle aziende sono state raccolte una serie di informazioni molto utili al fine di fotografare la situazione dell'irrigazione e della fertilizzazione delle colture florovivaistiche
Dall'analisi dei questionari e dalla costruzione degli indicatori di efficienza è stata fatta una classificazione delle aziende in modo da evidenziare una variabilità nell'efficienza nell'uso dell'acqua e dei fertilizzanti, efficienza intesa non solo dal punto di vista tecnico, ma anche dal punto di vista della predisposizione aziendale al risparmio delle risorse (consapevolezza dei consumi, registrazione, analisi…).
La classificazione delle aziende è stata quindi incrociata con i risultati emersi dai focus e sono state individuate alcune "categorie" di aziende; tali categorie possono essere utili nell'identificazione di eventuali percorsi strategici per l'implementazione di politiche del risparmio idrico.

Azioni previste per il 2004
Conclusione delle indagini aziendali ed elaborazione finale dei dati dei questionari.
E' prevista l'azione di analisi, attraverso simulazione, dei costi aziendali e sociali legati all'acqua. Per questo è già stata predisposta una intervista approfondita, realizzata dal DAGA, dal coordinatore e dal Ce.Spe.Vi., per analizzare alcuni casi aziendali e farne dei casi di studio per l'individuazione dei possibili costi di introduzione e di gestione di impianti di recupero dell'acqua e quindi per l'analisi dei risultati economici realizzabili.


SOTTOPROGETTO 2. Inventario delle conoscenze

Sono continuate le ricerche bibliografiche e la raccolta di materiale su banche-dati, riviste tecnico-divulgative ed Internet al fine di fornire un inventario delle conoscenze scientifiche e tecnologiche in materia d'irrigazione e fertilizzazione delle colture florovivaistiche in serra ed in piena aria.
Tra l'altro sono stati individuati diversi articoli tecnico-divulgativi, pubblicati in lingua inglese da esperti americani o di altri paesi, ritenuti molto interessanti per loro semplicità e completezza dell'informazione, che sono stati tradotti e adattati alla nostra realtà florovivaistica per renderli prontamente disponibili agli operatori del settore.
Il CNR-IBIMET ha condotto delle ricerche approfondite sui sistemi e le tecnologie di controllo e gestione dell'irrigazione adottabili nel settore florovivaistico.
La Demetra ha raccolto informazioni sulle metodiche di analisi chimica delle acque irrigue, delle soluzioni nutritive e dei substrati di coltivazione per mettere a punto i sistemi di analisi.
Si è, inoltre, avviato il lavoro di preparazione del Manuale "USO RAZIONALE DELLE RISORSE NEL FLOROVIVAISMO (III): L'ACQUA".
Vi sono state numerose partecipazioni a manifestazioni inerenti i temi del progetto

Risultati
Sono stati pubblicati numerosi articoli scientifici e tecnico-divulgativi, riguardanti la gestione dell'irrigazione e della concimazione delle colture florovivaistiche, sia su riviste che sul Notiziario periodico ed il sito Web del Ce.Spe.Vi..
Il CNR-IBIMET tra le altre cose ha pubblicato un CD dal titolo "Rassegna dei sistemi di controllo e gestione dell'irrigazione in ambito vivastico".
La presentazione del Manuale, compreso l'indice (provvisorio) e l'elenco degli esperti coinvolti nella stesura

Azioni previste per il 2004
Oltre a continuare il lavoro di ricerca bibliografica e la pubblicazione di articoli, è in cantiere la realizzazione del Manuale (uno dei principali prodotti finali del Progetto IDRI) che è già in corso di stesura.


SOTTOPROGETTO 3. Prove sperimentali e studi di fattibilità

Il Ce.Spe.Vi., dopo aver realizzato l'area sperimentale presso il Centro, ne ha curato la gestione e la manutenzione affinché potessero essere svolte le varie prove, procurando anche le circa 8.000 piante necessarie.
All'inizio dell'anno il DPBA unitamente ai tecnici della Demetra e alla ditta costruttrice Guastapaglia hanno effettuato il collaudo dell'impianto-pilota e la sua messa a punto. Nel corso della stagione sono state introdotte anche delle modifiche al fine di migliorare la funzionalità dell'impianto.
Il CNR-IBIMET ha svolto presso l'impianto sperimentale del Ce.Spe.Vi. delle prove che avevano la finalità di verificare l'attendibilità dei microtensiometri per l'attivazione dell'irrigazione da attuare con un apposito software, verificare il funzionamento del software e se questo sistema permettesse di razionalizzare i consumi idrici senza compromettere lo sviluppo delle piante.
Il DBPA ed il CNR-IBIMET hanno avviato delle prove sperimentali sull'impiego dei tensiometri anche per la gestione dell'irrigazione di piante ornamentali coltivate in serra.
Il DIPROVE ha svolto un programma di ricerca in collaborazione col Dipartimento di Ingegneria Civile di Firenze per lo studio degli aspetti biologici e tecnologici relativi all'impiego delle acque reflue nella produzione di arbusti ornamentali in contenitore.
Il DAGA ha svolto uno studio finalizzato alla definizione delle strategie più efficaci per sensibilizzare il settore florovivaistico sui temi della tutela ambientale e del risparmio idrico

Risultati
Il piazzale a ciclo chiuso per la coltivazione di piante in contenitore (della superficie di circa 1200 mq) è stato reso più funzionale attraverso le varie modifiche apportate nel corso della stagione. Inoltre è stato mantenuto in funzione da maggio a settembre ospitando alcune prove sperimentali.
Le prove del CNR-IBIMET hanno dimostrato che i minitensiometri sono adatti ad essere utilizzati in sistemi di automazione dell'irrigazione. La loro attendibilità cresce se la gestione dell'irrigazione viene fatta attraverso la media di valori misurati da più sensori. Rimangono dei problemi che possono però essere superati usando nuovi modelli di sensori più evoluti.
La sperimentazione del DIPROVE sull'impiego delle acque reflue nella produzione di arbusti ornamentali in contenitore ha avuto problemi causati dall'andamento stagionale particolarmente siccitoso e si è ritenuto opportuno ripeterla anche l'anno prossimo.
Il DAGA ha individuato la diversa percezione e le relative possibili strategie di sensibilizzazione al problema, condividendo i risultati con gli Amici della Terra Toscana che stanno sviluppando su questa base la loro campagna di sensibilizzazione.

Azioni previste per il 2004
Nel periodo invernale, in cui l'impianto è fermo, verranno effettuate ulteriori modifiche tecniche per renderlo ancor più funzionale e completo.
In seguito presso lo stesso impianto saranno svolte delle prove sperimentali, in parte ripetizioni di quelle dell'anno passato come quelle del CNR-IBIMET sull'uso dei tensiometri, in parte nuove come il confronto tra vivaio a ciclo aperto ed a ciclo chiuso, con rilevazioni riguardanti la crescita e lo stato fisiologico delle piante ed il bilancio idrico e nutrizionale, condotte da DBPA e DIPROVE.
Il DIPROVE proseguirà anche la sperimentazione presso un impianto di depurazione del comprensorio pistoiese, per quanto concerne la messa a punto di un sistema-pilota per l'uso delle acque reflue come fonte primaria di approvvigionamento idrico alternativo o complementare all'uso di acqua di pozzo.
Sarà predisposto dal DAGA uno studio riguardante la strategia di sensibilizzazione ai temi della tutela ambientale e del risparmio idrico con il coinvolgimento degli Amici della Terra Toscana.


SOTTOPROGETTO 4. Diffusione dei risultati

Per la diffusione dei risultati il Ce.Spe.Vi. ha messo a disposizione il proprio Notiziario periodico, che viene inviato alle aziende del settore, ed il sito Web, in cui è stata allestita una apposita area del progetto IDRI. Inoltre come abbiamo visto è stato realizzato presso il Centro l'impianto pilota.
Il vari partner hanno partecipato a vari incontri nazionali ed internazionali. Inoltre, è stata avviata l'organizzazione del Convegno Nazionale su "La Gestione delle Risorse Idriche nel Florovivaismo". Infine, sono stati avviati i contatti per una serie di conferenze tecniche da tenere nei mesi di gennaio e febbraio del 2004 a Montevarchi, Pistoia, Pescia, e in Versilia

Risultati
Sono state realizzate una serie di pagine Web dedicate al progetto IDRI nell'area dedicata sul sito del Ce.Spe.Vi.. Queste comprendono oltre alla documentazione del progetto ed un'area riservata ai partner per lo scambio di documenti e di file di lavoro, tutta una serie di articoli e note tecniche dirette agli operatori del settore per divulgare i risultati.
L'impianto pilota è già stato visitato da numerosi operatori del settore che frequentano il Centro, ed hanno potuto vedere i risultati della coltivazione.
E' stata inviata nel mese di dicembre del 2003 la prima circolare del Convegno Nazionale che si terrà a Pescia (Pistoia) nella giornata del 3 settembre 2004, presso il Mercato dei Fiori (COMICENT) nell'ambito delle manifestazioni promosse dalla Biennale del Fiore e delle Piante.

Azioni previste per il 2004
Pubblicazioni sul Notiziario periodico del Ce.Spe.Vi. e sul sito Web
Partecipazione a vari incontri nazionali ed internazionali
Convegno Nazionale "IDRI Pescia 2003"


Compendio delle attività svolte dai vari partner e del personale coinvolto

Sottoprogetto Obiettivo ed approccio metodologico Risultati conseguiti Personale coinvolto
Direzione
  • Gestione amministrativa del Progetto IDRI
  • Ripartizione finanziamenti
  • Convenzioni con i partner attivi
P. Marzialetti
N. Sforzi
(Ce.Spe.Vi.)
Coordinamento
  • Contatti con i responsabili delle varie unità operative del progetto
  • Organizzazione della riunione di progetto presso il CESPEVI
  • Rapporti interni e riunioni
A. Pardossi
(DBPA)
Sottoprogetto
1
  • Sopralluoghi aziendali vivai pistoiesi e compilazione dei questionari
  • Questionari
P. Marzialetti
(Ce.Spe.Vi.)
Sottoprogetto
1
  • Sopralluoghi aziendali vivai pistoiesi e compilazione dei questionari
  • Avvio di uno studio sui costi relativi all’irrigazione nelle aziende florovivaistiche
  • Questionari
A. Pardossi
S.Olivieri (tesista)
C. Stanghellini (visitor scientist c/o Univ.Pisa)
Sottoprogetto
1
  • Raccogliere informazioni relative alla disponibilità e alla qualità delle risorse idriche nelle diverse zone a vocazione florovivaistica
  • Determinare il grado di variabilità di efficienza nell’uso dell’acqua e dei fertilizzanti nelle aziende selezionate
  • Identificare le aziende all’avanguardia in termini di efficienza nell’uso dell’acqua e dei fertilizzanti
  • Predisporre metodologie di valutazione comparata tra aziende relativamente ai consumi idrici
  • Condurre studi economici (anche in simulazione) relativi al costo aziendale e sociale dell’acqua impiegata per le produzioni florovivaistiche
  • Realizzazione interviste presso tre quarti delle aziende prescelte
  • Elaborazione risultati questionario e classificazione aziende in base al loro livello di efficienza nell’uso dell’acqua e dei fertilizzanti
  • Confronto con i risultati emersi dai focus group e definizione delle aziende all’avanguardia in termini di efficienza e in termini di conoscenza; comparazione tra le aziende relativamente a consumi e a consapevolezza attraverso la classificazione
  • Interviste approfondite di alcune aziende per la realizzazione di simulazioni relative al costo aziendale e sociale dell’acqua
G. Brunori,
M. Rovai,
T. Bozzoli,
(DAGA)
 S. Scaramuzzi
(INEA)
Sottoprogetto
1
  • Completamento del panel di aziende alle quali sottoporre il questionario
  • Panel di aziende
S. Landi
P. Baroncelli
(Demetra)
Sottoprogetto
2
  • Raccolta di informazioni tecnico-scientifiche sull'irrigazione e la fertilizzazione delle colture florovivaistiche
  • Pubblicazioni sul Notiziario e sul sito Web del Ce.Spe.Vi.
  • Partecipazione Conferenza Aquasave, Rimini 24 ottobre 2003
P. Marzialetti
(Ce.Spe.Vi.)
Sottoprogetto
2
  • Raccolta di informazioni tecnico-scientifiche sull'irrigazione e la fertilizzazione delle colture florovivaistiche
  • Visita all’Horti Fair di Amsterdam, novembre 2003
  • Partecipazione Conferenza Aquasave, Rimini 24 ottobre 2003
A. Pardossi
(DBPA)
Sottoprogetto
2
  • Raccolta di informazioni tecnico-scientifiche sull'irrigazione e la fertilizzazione delle colture florovivaistiche attraverso la ricerca bibliografica su banche-dati, riviste tecnico-divulgative ed Internet
  • Realizzazione CD
  • Pubblicazioni su riviste tecnico-scientifiche
L. Bacci,
E. Checcacci
(CNR-IBIMET)
Sottoprogetto
2
  • Raccolta di informazioni tecnico-scientifiche sull'irrigazione e la fertilizzazione delle colture florovivaistiche attraverso la ricerca bibliografica su banche-dati, riviste tecnico-divulgative ed Internet
  • Pubblicazione articoli su riviste tecnico-scientifiche
  • Presentazione della relazione “Vivaismo e sostenibilità ambientale: binomio possibile” al Convegno nazionale sul vivaismo – Fondazione Minoprio, 11-12 dicembre 2003
F. Ferrini
(DIPROVE)
Sottoprogetto
2
  • Raccolta di informazioni sulle metodiche di analisi chimica delle acque irrigue, delle soluzioni nutritive e dei substrati di coltivazione
  • Protocolli di analisi
S. Landi
P. Baroncelli
(Demetra)
Sottoprogetto
3
  • Reperimento delle piante
  • Miglioramento funzionale dell'area sperimentale
  • Gestione e manutenzione dell’impianto
  • Modifiche dell’impianto
  • Funzionalità dell’area sperimentale
P. Marzialetti
(Ce.Spe.Vi.)
Sottoprogetto
3
  • Collaudo dell’impianto-pilota realizzato presso il Ce.Spe.Vi. di Pistoia
  • Avvio di un lavoro sperimentale sull’impiego dei tensiometri per l’irrigazione delle piante in vaso in serra
  • Collaudo impianto di irrigazione area sperimentale
A. Pardossi
L. Incrocci
(DBPA)
Sottoprogetto
3
  • Utilizzazione di minitensiometri per la gestione dell’irrigazione.
  • Elaborazione dei dati osservati
L. Bacci,
E. Checcacci,
F.Sabatini
(CNR-IBIMET)
Sottoprogetto
3
  • Studio finalizzato alla definizione delle strategie più efficaci per sensibilizzare il settore florovivaistico sui temi della tutela ambientale e del risparmio idrico attraverso l’analisi della percezione dei produttori del problema ambientale attraverso i focus group
  • Individuazione della diversa percezione e delle relative possibili strategie attraverso l’analisi delle risposte fornite nei focus e nei questionari e condivisione dei risultati con A.D.T. per le successive considerazioni
G. Brunori,
M. Rovai,
T. Bozzoli,
(DAGA)
Amici della Terra
Sottoprogetto
3
  • Progettazione dell’impianto-pilota presso il Ce.Spe.Vi. di Pistoia
  • Verifica della possibilità di utilizzo delle acque reflue per l’uso su larga scala
  • Specifiche tecniche dell’impianto
  • Prova sperimentale, raccolta e analisi dati
F. Ferrini
(DIPROVE)
S. Mugnai
Francesco Paolo Nicese
C. Lubello
R.Gori
(Univ. Firenze)
Sottoprogetto
3
  • Progettazione e collaudo dell’impianto-pilota presso il CESPEVI di Pistoia
  • Verifiche analitiche di acqua e soluzioni nutritive
  • Specifiche tecniche dell’impianto
S. Landi
P. Baroncelli
(Demetra)
Sottoprogetto
3
  • Miglioramento funzionale dell'area sperimentale
  • Manutenzione dell’impianto
  • Modifiche dell’impianto
  • Funzionalità dell’area sperimentale
E. Riccò
(Guastapaglia)
Sottoprogetto
4
  • Diffusione delle attività svolte dal progetto
  • Organizzazione del Convegno Nazionale “La gestione delle risorse idriche nel Florovivaismo”, Pescia 3 settembre 2004
  • Pagine Web dedicate al progetto sul sito Ce.Spe.Vi.
  • Pubblicazione Prima Circolare del Convegno
P. Marzialetti
(Ce.Spe.Vi.)
Sottoprogetto
4
  • Partecipazione a conferenze nazionali ed internazionali sul tema oggetto del progetto
  • Organizzazione del Convegno Nazionale “La gestione delle risorse idriche nel Florovivaismo”, Pescia 3 settembre 2004
  • Manuale sull’irrigazione e la fertilizzazione delle colture florovivaistiche
  • Partecipazione agli incontri internazionali di Amsterdam e di Minoprio
  • Pubblicazione della Prima Circolare del Convegno
  • Definizione dei contenuti ed identificazione degli autori del Manuale
A. Pardossi
L. Incrocci
(DBPA)
Sottoprogetto
4
  • Conferenze tecniche sull'irrigazione e la fertilizzazione delle colture florovivaistiche
  • Manuale tecnico
  • Conferenze di Pescia
  • Contributo alla elaborazione del progetto del manuale
S. Landi
P. Baroncelli
(Demetra)
Sottoprogetto
4
  • Pubblicazione articoli a carattere scientifico e divulgativo sui risultati delle attività del progetto
  • Pubblicazioni su varie riviste tecnico-scientifiche
DBPA
IBIMET
DAGA
DIPROVE
 


Homepage Indietro
© 2004 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine é vietata