La concimazione 
AZotata degli 
ORTaggi

Home Page

Partner

Progetto

Risultati

Manuale

Contatti

Links

Sviluppo e trasferimento di metodi innovativi per aumentare l’efficienza d’uso dei fertilizzanti, ridurre l’impatto ambientale
e migliorare la qualità dei prodotti - Programma interregionale di Sviluppo rurale - Regione Siciliana - Università di Pisa

Presentazione

Attività sperimentale


Presentazione

Il progetto è inserito, nell’ambito degli interventi individuati per il perseguimento degli obiettivi dei Programmi interregionali di Sviluppo rurale (Legge 23 Dicembre 1999, n. 499) ed ha la finalità di diffondere in orticoltura il know-how necessario per un efficiente utilizzo dei concimi azotati per la riduzione dell’impatto ambientale e degli effetti sulla salute umana ad esso legato.

Questo anche in vista di acquisire le informazioni tecnico-scientifiche necessarie all’applicazione della Direttiva nitrati (CEE) 91/676, recepita in Italia dal D.L. 152/1999, che rinvia alle regioni la designazione delle zone vulnerabili e la definizione dei programmi di azione, e al rispetto dei limiti massimi di nitrato ammessi per la commercializzazione di lattughe e spinaci di cui al Reg. (CE) n. 536/2002 Nitrati" Reg. (CE) n. 655/2004.

Il progetto è stato bandito dalla Regione Sicilia (capofila del progetto interregionale per l'orticoltura) (Bollettino Ufficiale della Regione Siciliana n. 34 del 12 agosto 2006).

La proposta prevede la realizzazione, nell’arco di un triennio (2006-2009), di una serie di prove sperimentali su alcuni sistemi orticoli (colture in particolari aree geografiche), che sono stati individuati in base a criteri socio-economici e scientifici e che vedono interessate le quattro macroaree definite dal bando della Regione Sicilia e quattordici diverse regioni.

L’obiettivo principale del progetto è quello di utilizzare i dati, disponibili in letteratura (bianca e grigia) o raccolti in prove sperimentali originali condotte sui sistemi orticoli sopra descritti, relativi a ritmi di crescita e di assorbimento d’azoto delle diverse specie orticole indicate dal bando.

I dati saranno quindi utilizzati per lo sviluppo ed il collaudo di un sistema esperto per la razionalizzazione della concimazione azotata degli ortaggi, allo scopo di ridurre l’impatto ambientale e migliorare la qualità degli ortaggi, in termini organolettici e di rispetto della salute dei consumatori.

Il lavoro sperimentale comprende anche lo studio di metodi per la stima dello stato nutrizionale delle colture orticole e della dotazione nutritiva del terreno, la verifica delle potenzialità offerte da formulati innovativi (soprattutto concimi a lento effetto) e dalla fertirrigazione rispetto alla concimazione tradizionale.

I risultati principali del progetto consistono in pubblicazioni a carattere tecnico e scientifico, manuali, software (compreso un DSS - decision support system), corsi di aggiornamento professionali, meeting scientifici, è prevista l’organizzazione di un congresso nazionale a Cesena e di uno internazionale in Sicilia.

Ampio spazio sarà dato alle attività di divulgazione e trasferimento, soprattutto al terzo anno. Per queste si renderà necessario un coinvolgimento dei Servizi di Sviluppo Agricolo (SSA) delle 14 regioni coinvolte nella rete interregionale per l’orticoltura.
 

Download del Progetto in sintesi (500 Kb)

Pagine gestite e realizzate da:  Paolo Marzialetti