Progetto PROBIORN
Produzione biologica di piante ornamentali

Stato di avanzamento del progetto al 30 novembre 2004
 
CE.R.S.A.A.(SV) Centro Regionale di Sperimentazione e Assistenza Agricola


Partner
: P3 CERSAA Albenga

Responsabile della Ricerca: Giovanni Minuto

Titolo o Argomento della Ricerca: Sottoprogetto 2 - Analisi critica comparativa delle tecniche agronomiche

Data di inizio della Ricerca: S2.1: dalla data di approvazione del progetto; S2.2: da aprile 2004;
S2.3: da maggio 2004

Termine presumibile della Ricerca: S2.1: settembre 2004; S2.2: 2005; S2.3: 2005

Luogo di svolgimento della Ricerca:
S2.1 – CeRSAA (Albenga) con trasferte presso Università di Torino e di Genova
S2.2 e S2.3 – Prima verifica presso CeRSAA; prove dimostrative presso ISF e alcune aziende agricole (Pescia)

Obiettivi della Ricerca:
S2.1. Raccogliere informazioni, conoscenze e risultati sperimentali disponibili nella letteratura, organizzando il materiale raccolto in maniera organica. Si realizza una matrice all'interno della quale ordinare e individuare, per ciascuna specie ornamentale scelta, i fattori produttivi necessari e, tra questi, quelli disponibili in agricoltura biologica, evidenziando gli aspetti critici, le tecniche o i prodotti ancora da mettere a punto, indicando, altresì, la disponibilità di materiale propagativo certificato biologico, di fertilizzanti e di mezzi di difesa.
S2.2. Effettuare alcune prove sperimentali e dimostrative mirate alla verifica dell'efficacia di specifici fattori produttivi, o tecniche di produzione. L'obiettivo che si intende raggiungere è quello di sperimentare prodotti e tecniche nell'ambiente toscano, illustrandone l'applicabilità nella pratica agricola. Tali attività hanno la connotazione di prove di confronto sperimentale dove l'unica variabile inserita è quella che si intende indagare.
Casi affrontati in prove comparative con tecniche o prodotti convenzionali:
a) lotta alle infestanti in alcune specie da fronda, o sull'albero di Natale.
b) contenimento dei principali parassiti animali e vegetali di lavanda, geranio, Eucalyptus ed albero di Natale con mezzi ammissibili in agricoltura biologica.
c) messa a punto di substrati di coltivazione più idonei per l'allevamento di specie rappresentative dei tre sistemi florovivaistici più importanti dal punto di vista commerciale e ammissibili in agricoltura biologica.
d) prove comparative di durata in coltivazione di vasi biodegradabili.
e) tecniche di propagazione ammissibili in agricoltura biologica e individuazione di tecniche di risanamento del materiale propagativo medesimo
S2.3. Impiego di alcune specie da fiore e da ornamento per l'illustrazione dell'applicazione integrata di strategie di scelta dei substrati, di tecniche di fertilizzazione, di difesa dai parassiti e di scelta varietale. Risultati attesi: messa a punto, verifica ed applicazione di strategie e tecniche di allevamento delle piante disponibili, o recentemente sviluppate dalla ricerca scientifica, al fine di soddisfare le esigenze di un mercato sempre più attento a questo tipo di prodotto.

Stato di avanzamento della Ricerca ed, eventualmente, primi risultati ottenuti:
LAVANDA: Messa a punto e illustrazione di tecniche di difesa nei confronti di Phytophtora nicotianae var. parasitica con mezzi chimici (strobilurine, fenilammidi), agronomici (scelta del substrato), fisici (impiego dell'ombreggiamento), genetici (selezione di cultivar ed ecotipi tolleranti al patogeno). Attività in corso di svolgimento: impiego di substrati a composizione fisica leggera, media e pesante; impiego di fertilizzanti minerali idrosolubili, a lenta cessione, a cessione controllata, loro miscele e impiego di fertilizzanti ammessi in agricoltura biologica; prove di sviluppo delle piante in vasi realizzati con materiale biodegradabile; realizzazione di una scheda colturale.
GERANIO: contenimento biologico della muffa grigia (Botrytis cinerea) mediante la gestione ed il controllo dei parametri ambientali; impiego di substrati a ridotto contenuto in torba.
MARGHERITA: messa a punto di tecniche di coltivazione biologica della margherita, in confronto con tecniche di coltivazione convenzionali; messa a punto di tecniche di difesa biologica della margherita, in confronto con tecniche di difesa convenzionali; impiego di substrati a ridotto contenuto in torba
PACCIAMATURA: valutazione di film biodegradabili per il contenimento delle infestanti su colture da reciso

Collaborazioni svolte con altri Partner o Ditte interessate o Sponsor del Progetto: Ampia collaborazione con i partner e con gli sponsor Turco Silvestro e CIFO SpA

Eventuali collaborazioni svolte con Enti estranei al Progetto:
Collaborazione con AGROINNOVA – Università di Torino

Eventuali publicazioni: In fase di elaborazione

Note eventuali:




Titolo o Argomento della Ricerca: Sottoprogetto 4 - Substrati alternativi alla torba

Data di inizio della Ricerca: S4.1: dalla data di inizio del progetto; S4.2: aprile 2004; S4.3: marzo 2004

Termine presumibile della Ricerca: S4.1: 2005; S4.2: 2005; S4.3: 2005

Luogo di svolgimento della Ricerca: Prima verifica presso CeRSAA; prove dimostrative presso ISF e alcune aziende agricole (Pescia)

Obiettivi della Ricerca:
S4.1 - Sulla base delle informazioni riportate in letteratura ed acquisite contattando alcuni tra i più importanti produttori e/o distributori di substrati professionali, vengono individuati i materiali alternativi alla torba più interessanti. Lo studio comprende anche la stima della domanda di substrati da parte del settore vivaistico toscano.
S4.2 - Prove sperimentali relative all'impiego di materiali alternativi alla torba. I materiali individuati al punto precedente sono posti a confronto con substrati standard in prove a carattere dimostrativo-sperimentale scegliendo alcune specie rappresentative per i tre sistemi florovivaistici più signigicativi dal punto di vista commerciale. Nel caso delle prove al punto 1, viene preso in esame anche il comportamento dei diversi substrati nel periodo invernale, effettuando alcuni rilievi sulle piante e sugli stessi substrati nella primavera successiva a quella del reinvaso. In queste prove sarà prestata particolare attenzione all'impiego del “compost di qualità”.
S4.3 - Prove sperimentali relative all'impiego di vasi compostabili. Nelle prove al punto 4.2 vengono inseriti anche dei confronti tra diverse tipologie di vasi, prevedendo l'uso di vasi compostabili a base di amido termoplastico. Particolarmente interessante è lo studio tra la stabilità del materiale e le caratteristiche chimiche del substrato (pH e contenuto in sostanza organica)

Stato di avanzamento della Ricerca ed, eventualmente, primi risultati ottenuti:
SUBSTRATI DI COLTIVAZIONE: Valutazione di compost vegetali di qualità per il florovivaismo in vaso. Scelta dei componenti e del tipo di processo di compostaggio. Prove di efficienza su colture a ciclo breve (fucsia) e a ciclo medio-lungo (lavanda).
CONTENITORI BIODEGRADABILI: Allevamento di piante ornamentali all'interno di contenitori biodegradabili. Valutazione di vasi biodegradabili per la produzione di giovani piante: le prove vengono eseguite su lavanda e margherita. Valutazione di vasi biodegradabili per la produzione di piante per il consumatore finale: le prove vengono eseguite su lavanda e margherita, proseguendo la normale filiera produttiva che inizia in vivaio. Valutazione delle performances meccaniche dei vasi a nuovo e al termine di un ciclo colturale

Collaborazioni svolte con altri Partner o Ditte interessate o Sponsor del Progetto: Ampia collaborazione con i partner, come previsto dal progetto, e con lo sponsor Turco Silvestro

Eventuali collaborazioni svolte con Enti estranei al Progetto: Collaborazione con NOVAMONT SpA e con AGROINNOVA – Università di Torino

Eventuali pubblicazioni: In fase di preparazione

Note eventuali:




Titolo o Argomento della Ricerca: Sottoprogetto 5 - Trasferimento dei risultati

Data di inizio della Ricerca: S5.4: Novembre 2004; S5.5: Maggio 2004

Termine presumibile della Ricerca: S5.4 e S5.5: 2005

Luogo di svolgimento della Ricerca: n/p

Obiettivi della Ricerca:
S5.4. Conferenze e corsi di aggiornamento destinati ai tecnici di settore.
S5.5. Pubblicazioni a carattere scientifico.

Stato di avanzamento della Ricerca ed, eventualmente, primi risultati ottenuti: In fase di sviluppo

Collaborazioni svolte con altri Partner o Ditte interessate o Sponsor del Progetto: Ampia collaborazione con i partner, come previsto dal progetto

Eventuali collaborazioni svolte con Enti estranei al Progetto: Collaborazione con AGROINNOVA – Università di Torino

Eventuali publicazioni:
Divulgazione e presentazione dell'iniziativa su Colture Protette n. 6/2004
Divulgazione e presentazione dell'iniziativa su Savona Economica n. 8/2004

Note eventuali:

 
Pagine gestite e realizzate da: Paolo Marzialetti  © 1996/2008 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine vietata