Progetto PROBIORN
Produzione biologica di piante ornamentali

Stato di avanzamento del progetto al 30 novembre 2004
 
CESPEVI (PT) Centro Sperimentale per il Vivaismo


Partner: P4 Ce.Spe.Vi. Pistoia

Responsabile della Ricerca: Paolo Marzialetti

Titolo o Argomento della Ricerca: Realizzazione del sito Web del progetto

Data di inizio della Ricerca: Marzo 2004

Termine presumibile della Ricerca: fine progetto

Luogo di svolgimento della Ricerca: Sito Web del Ce.Spe.Vi.

Obiettivi della Ricerca: Realizzare un sito Web che illustri il Progetto, i suoi obiettivi e le finalità; fornisca un aggiornamento continuo sulle fasi di avanzamento delle ricerche e le attività dimostrative e formative in atto; raccolga tutte le informazioni (agronomiche, fitoiatriche, legislative….) presenti in rete, relative alla produzione biologica di fiori e piante ornamentali.

Stato di avanzamento della Ricerca ed, eventualmente, primi risultati ottenuti: A partire dal mese di Marzo 2004 sono state realizzate delle pagine Web all'interno del sito del Ce.Spe.Vi. che è interamente dedicato al florovivaismo ed è molto seguito da tecnici e operatori del settore (ha avuto una media mensile di oltre 25.000 visite e 83.000 pagine lette, come si vede dalla tabella). Queste pagine vengono gestite e realizzate direttamente dal personale del Centro, senza bisogno di intermediari, il che consente di aggiornarle e modificarle velocemente, in tempo reale, con una notevole dinamicità. Inoltre sono linkate da altri siti specializzati, di ampia risonanza nazionale, in modo da dare ancor più ampia diffusione al materiale prodotto ed al progetto stesso.
Il sito, consultabile all'indirizzo www.cespevi.it/probiorn, si apre con il marchio, che abbiamo studiato e realizzato appositamente, e rappresenta in sintesi gli obiettivi del progetto PROBIORN: una coccinella che si posa su un albero di natale ed una farfalla che vola su un fiore. Sulla pagina di ingresso sono stati apposti i loghi dell'ARSIA, ente finanziatore, del CANC, coordinatore del progetto, e dell'ISF Pescia, responsabile scientifico, con i relativi link ai siti di ciascuno.
Quindi si presenta il menu delle varie pagine richiamabili. Una pagina illustra sinteticamente gli obiettivi del progetto, un'altra le attività previste e l'articolazione dei vari sottoprogetti, quindi vengono poi esposti i risultati attesi nei due anni di attività. In un'apposita sezione è possibile consultare l'elenco dei partner del progetto con le specifiche dei vari responsabili, gli indirizzi dei relativi enti ed i numeri di telefono e fax per contattarli. Inoltre viene brevemente esposto il ruolo di ciascun partner e le competenze messe a disposizione.
A cadenze regolari vengono pubblicati e sono consultabili gli stati di avanzamento dei lavori dei vari partner, dove vengono riportate le relative relazioni di attività di ciascuno. In un'altra sezione vengono raccolti gli inviti delle manifestazioni e delle attività promozionali promosse dal progetto.
Inoltre, poiché come è noto Internet è un enorme coacervo di informazioni ma molto dispersivo e difficile da consultare, e spesso non si riescono ad individuare tutte le risorse presenti, è stato realizzato un catalogo di pagine Web che raccoglie tutte le informazioni presenti in rete relative alla produzione biologica di fiori e piante ornamentali, in modo da offrire uno strumento organizzato per facilitare l'accesso alle informazioni già pubblicate in rete circa l'argomento del progetto.

Riepilogo accessi da marzo a novembre 2004  di "www.cespevi.it"
Mese Media giornaliera Totali mensili
  Contatti File Pagine Visite Contatti File Pagine Visite
Mar 7.045 5.714 3.464 1.045 218.407 177.144 107.385 32.396
Apr 7.444 5.707 3.658 951 223.345 171.217 109.750 28.539
Mag 6.473 4.956 3.026 782 200.667 153.648 93.835 24.262
Giu 4.940 3.832 2.162 789 148.221 114.973 64.863 23.699
Lug 4.547 3.551 1.925 648 140.985 110.082 59.690 20.116
Ago 4.755 3.635 2.427 739 147.434 112.694 75.237 22.920
Sett 6.172 4.727 2.771 814 185.170 141.820 83.144 24.424
Ott 5.648 4.279 2.463 837 175.114 132.656 76.370 25.973
Nov 6.251 4.699 2.790 796 181.301 136.299 80.924 23.091
Medie 5.919 4.567 2.743 822 180.072 138.948 83.466 25.047
Totali         1.620.644 1.250.533 751.198 225.420


Collaborazioni svolte con altri Partner o Ditte interessate o Sponsor del Progetto: Tutti i partner

Eventuali collaborazioni svolte con Enti estranei al Progetto:

Eventuali pubblicazioni:

Note eventuali:




Titolo o Argomento della Ricerca: Impiego di substrati alternativi alla torba per la coltivazione in contenitore di piante ornamentali

Data di inizio della Ricerca: Giugno 2004

Termine presumibile della Ricerca: 2005

Luogo di svolgimento della Ricerca: Ce.Spe.Vi. (in parte)

Obiettivi della Ricerca: Valutazione di substrati alternativi alla torba per la coltivazione in contenitore di piante ornamentali.

Stato di avanzamento della Ricerca ed, eventualmente, primi risultati ottenuti: Sono state svolte delle prove sperimentali sull'impiego di "compost di qualità" in sostituzione della torba, nell'area sperimentale del Ce.Spe.Vi. per la coltura in contenitore. Le prove sono state condotte dal Dipartimento di Biologia delle piante Agrarie di Pisa, in collaborazione con la Publiambiente, che ha fornito il compost, e con operatori del settore interessati alla sperimentazione. Le aziende vivaistiche che coltivano piante ornamentali in contenitore stanno cercando di introdurre, nella preparazione dei substrati, dei "compost di qualità" per ridurre l'uso della torba (quindi i costi di produzione) e riciclare utilmente le biomasse di rifiuti aziendali (potature, svasature, sfalci, etc.).
E' stato testato l'impiego del "compost di qualità" e del cocco in varie miscele con la torba, oltre naturalmente alla pomice, per migliorare il drenaggio. Le miscele testate sono state le seguenti:
1) 30% compost, 20% torba, 50% pomice;
2) 30% cocco, 20% torba, 50% pomice;
3) 50% cocco, 50% pomice;
4) 50% torba, 50% pomice.
Quest'ultimo è il substrato "standard", il mix più utilizzato in assoluto nel vivaismo pistoiese. La percentuali di "compost di qualità" impiegate sono state del 30%, poichè in questa prima fase non si è voluto spingere troppo. Comunque anche questa percentuale si tradurrebbe in un apprezzabile risparmio di torba e riciclo di biomassa.
Per le prove sono state impiegate due piante ornamentali molto diffuse (Viburnum tinus e Photinia x fraseri 'Red Robin'), con esigenze diverse tra loro, proprio per mettere in evidenza eventuali problemi colturali provocati da questi terricci. Per ognuna delle tesi si è provveduto al rinvaso di 18 giovani piante per quattro ripetizioni in contenitori da 2 litri, per un totale di 288 vasi di Photinia e 288 di Viburnum.
La prova è iniziata il 24 Maggio e a distanza di tre mesi sono stati fatti i primi rilievi, quelli più semplici come la misura del pH e conducibilità elettrica. Successivamente, nel mese di Settembre sono stati fatti i rilievi distruttivi su di un campione di piante (16 di Photinia e 16 di Viburnum) per rilevare il peso fresco, il peso secco (apparato aereo e ipogeo), capacità di ritenzione idrica, area fogliare, contenuto di azoto totale delle foglie (metodo Kjeldal), analisi sull'estratto acquoso.
Successivamente i substrati verranno "testati" su coltura da fiore (Pelargonium) e per la semina di piantine da orto (vedi ulteriori dettagli nella relazione del Prof. Pardossi - DBPA Pisa)

Collaborazioni svolte con altri Partner o Ditte interessate o Sponsor del Progetto: Dipartimento di Biologia delle piante Agrarie di Pisa e CeRSAA di Albenga

Eventuali collaborazioni svolte con Enti estranei al Progetto: Publiambiente, che fornisce il compost

Eventuali publicazioni: P.Marzialetti1, A.Pardossi, A.Pozzi - Materiali alternativi alla torba per la preparazione dei substrati di coltura impiegati nel vivaismo professionale. Colture Protette, in corso di stampa

Note eventuali:

 
Pagine gestite e realizzate da: Paolo Marzialetti  © 1996/2008 Ce.Spe.Vi. - Pistoia
La riproduzione anche parziale del contenuto di queste pagine vietata